Le Basi della Biodinamica Craniosacrale

Il Respiro della Vita e le Abilità Fondamentali

di Franklyn Sills

per ordinarlo vai qui

Introduzione all’Edizione Italiana

di Paolo Maderu Pincione e Luisa Brancolini

 

 

 

 

La rete di Indra

Indra, la divinità delle forze naturali che protegge e nutre la vita,
intuì che l’intero cosmo era contenuto in ogni singolo granello di polvere.
Così appese una rete intorno all’universo che si estendeva in tutte le direzioni.
La rete non aveva né inizio né fine. Ad ogni nodo della rete Indra appese un gioiello diverso.
Ogni gioiello rappresenta un essere vivente. Ogni gioiello riflette la luce di tutti gli altri gioielli,
che a loro volta brillano della luce riflessa da ogni altro.
Nessun gioiello può emanare una luce senza che questa non venga riflessa da tutti gli altri,
anche il gioiello appeso al nodo più lontano.
Così ogni gioiello riceve la stessa luce che per primo emana
e subisce la luce emanata da un qualsiasi altro gioiello.
Nella rete di Indra tutti i gioielli brillano all’unisono e contemporaneamente ognuno è diverso.
(da Avatamasaka Sutra – Testo di filosofia Buddista)

 

coversills-2coversill-1

Per chi pratica la Biodinamica Craniosacrale, per chi ne ha intrapreso lo studio, per chi se ne
volesse avvicinare, questo libro è un prezioso compagno di viaggio.

Un viaggio che non ha mai fine. Un viaggio che ha una sua storia, un suo inizio e un suo primo
svolgimento, ma senza una meta definitiva. Anzi si svolge dipanandosi in molti possibili percorsi, in una costante ricerca evolutiva dovuta proprio ai contributi di chi, generosamente, come Franklyn Sills, mette a disposizione la propria conoscenza ed esperienza. Franklyn negli ultimi trent’anni, ha contribuito all’evolversi e alla diffusione dell’approccio biodinamico. Lo ha fatto con la sua pratica e soprattutto con l’insegnamento, formulando delle linee guida ed elaborando innovative modalità formative, fin dalla prima pubblicazione di questo libro, nel 1992. Trasmettere agli operatori la fondamentale capacità di creare e mantenere un campo relazionale basato sull’accoglienza, sulla sicurezza, sulla quiete e sull’empatia è la base del suo lavoro.

Fondamentale, insieme alla capacità di ascoltare, a partire dal proprio corpo, le manifestazioni della Respirazione Primaria e recuperare quella dimensione di Interezza che è alla base della salute e della vitalità. Il campo di relazione è la dimensione primaria della biodinamica, ci riporta alle più recenti ricerche sulla teoria dell’attaccamento, sul modello del Sistema Nervoso Sociale fino alla nuova fisiologia che riguarda la risoluzione del trauma. La chiave che Sills sottolinea più volte sta nella dimensione della Quiete, nella nostra capacità di indagarla e approfondirla, entrando in quegli spazi misteriosi dell’essere in cui avviene una riconnessione con la Vita, con le sue forze naturali e con la dimensione di non-conoscenza, propria dello spirito.

I numerosi esercizi che ci propone in questo libro sono un ulteriore invito a far fluire le parole e a lasciare che la pratica dell’esperienza corporea incarnata sia il filo conduttore, il centro della comprensione.

“Assestati, ammorbidisciti e approfondisciti” è uno dei mantra più ripetuti in tutto il testo. Tre A che pronunciate lentamente sono la linea guida che si premette ad ogni esperienza. Questi esercizi costellano il libro e sono il naturale compendio per una comprensione “sentita” delle biodinamica. 

Le ripetizioni, le frasi che nella loro complessità invitano a fermarsi, il fare ogni tanto un respiro profondo per poter leggere e rileggere. Tutto questo ha avuto un effetto sul Sistema Nervoso Autonomo di noi curatori e traduttori del libro, e lo avrà per il lettore.

 “Prova ad acquietarti, fermati, rifletti” è il contenuto esplicitato nelle spiegazioni e implicito nella forma della comunicazione scritta. Una metafora stampata per la naturale regolazione tra un’attenzione focalizzata della corteccia cerebrale e una calma riflessione subcorticale.

Non è facile scrivere di e sulla biodinamica. 

“Il Tao che può essere completamente spiegato non è il Tao” Lao Tzu.

Le parole come Respiro della Vita, Potenza, Intelligenza (con le maiuscole), Quiete Dinamica e Maree, sono tutte metafore che vogliono esprimere un’esperienza percettiva a cui occorre dare un nome.

La maggior parte della letteratura craniosacrale e in particolare della biodinamica è in lingua inglese. A partire da Sutherland il linguaggio si è basato sulla tradizione giudaico cristiana della Bibbia, per poi includere quelli delle metafore Taoista, Buddista e il pensiero metafisico orientale. Ci sono anche notevoli affinità con l’antroposofia, non solo per la condivisione del termine biodinamica, che però assume due significati diversi nei rispettivi campi. 

La metafora è una delle forme più comuni del nostro linguaggio  e non potrebbe essere che così. Tradurre l’originale inglese in termini italiani è stato un lavoro che ha tenuto conto di tutta questa letteratura. Ed è stato un lavoro collettivo, profondo e il più possibile documentato, nella constatazione che non esiste un campo unificato nel linguaggio, anzi la sua ricchezza si esprime nella diversità che può quindi sottolineare una ricchezza di modelli e opinioni.

Auspichiamo che la traduzione italiana di questo primo volume sia un’ulteriore risorsa di supporto per gli operatori, per le scuole, per gli allievi e anche per i nostri clienti. I territori di cono-scenza della biodinamica craniosacrale si arricchiscono grazie a questo lavoro e grazie alla generosità e l’impegno dell’autore e, in fondo, di tutti noi.
Luisa Brancolini e Paolo Maderu Pincione, Ottobre 2016.

Edizioni Na.Me. e Respirazione Primaria, Formato A4, 369 pagine,
Stampato ad Ottobre 2016

Scarica gli indici del libro in .pdf

Alcuni esempi dal Glossario dei termini del libro:

Campo CranialeCranial field: indica l’ambito di lavoro sviluppato da molti insegnanti e operatori nella pratica osteopatica e craniosacrale.

Campo dei tessutiTissue field: i tessuti del corpo percepiti come un campo tensegrito unificato di azione.

Campo fluido-tissutaleFluid-tissue field: fluidi e tessuti formano un campo unificato di funzione che si manifesta come uno schema simile a una matrice. Quando il cambiamento olistico si approfondisce, il campo dei tessuti si assesta e si ammorbidisce, si percepisce un ritorno ad uno stato fluido e olistico – un ritorno allo stato fluido embrionale – dove le forze della respirazione primaria vengono in primo piano.

Campo ordinatore o MatriceOrdering field or matrix: la matrice ordinatrice è un termine generale che indica il campo ordinatore stabilito al momento del concepimento in cui si forma l’embrione e l’organizzazione dei tessuti per tutta la vita. Questo campo ha due aspetti. Al concepimento l’azione del Respiro della Vita determina, in un primo momento, una matrice ordinatrice quantica, dalla quale viene poi generato un secondo campo, una matrice ordinatrice bioelettrica, locale a forma toroidale, sospesa all’interno del corpo di marea della Marea Lunga. La matrice ordinatrice bioelettrica è il campo da cui viene generata la potenza (forza ordinatrice incarnata) nei fluidi del corpo attraverso la trasmutazione (cambiamento di stato). È il campo entro il quale si forma l’embrione, e che mantiene l’organizzazione cellulare e tissutale per tutta la vita. La linea mediana energetica del campo bioelettrico si chiama “linea mediana primaria”, ed è la linea mediana che organizza i tessuti per tutta la vita (vedi “Potenza” “Trasmutazione” “ Marea Lunga” e “Linea mediana”).

Campo percettivoPerceptual Field: il vasto campo di consapevolezza recettiva generato e mantenuto dall’operatore durante la sessione. Un campo olistico di presenza e consapevolezza con la linea mediana del cliente al suo centro, un campo nel quale un operatore si orienta e risponde in modo adeguato alle indicazioni: (1) della Quiete Dinamica e della respirazione primaria, (2) dello svolgersi del piano intrinseco di trattamento, (3) delle dinamiche della marea, del  corpo fluido e del corpo fisico, (4) dell’espressione della potenza e delle forze e forme del condizionamento, e (5) degli specifici processi di guarigione che emergono.

Campo tensegritoTensile field: un campo di azione che mantiene una tensione e tensegrità naturale, come le membrane a tensione reciproca nel cranio, e il campo del tessuto connettivo come un’interezza (vedi “Movimento a tensione reciproca”).

glossario-sills-bbcs

franklyn-sills

Franklyn Sills, Insegna Biodinamica da oltre 30 anni, ed è il riconosciuto pioniere di questa disciplina, ha pubblicato finora i seguenti testi: 
Being and Becoming: Psychodynamics, Buddhism, and the Origins of Selfhood 
Foundations in Craniosacral Biodynamics, Volume One: The Breath of Life, ( Tradotto in Italiano)
Foundations in Craniosacral Biodynamics, Volume  Two: The Sentient Embryo, Tissue Intelligence and Trauma Resolution
The Polarity Process: Energy as a Healing Art

E’ il co-direttore del Karuna Institute, un centro di ritiri e di insegnamenti che offre corsi di formazione in craniosacrale, come pure un diploma in core process psychotherapy, una forma di terapia che integra i concetti di sviluppo evolutivo occidentali con la psicologia e la pratica buddista. E’ insegnante in entrambi i programmi di formazione di craniosacrale e di core process psychotherapy offerti dall’istituto. Originariamente studente di medicina, il background di Franklyn include terapie psicodinamiche e umanistiche, in aggiunta a forme di lavoro corporeo di cui è stato pionere, la polarity therapy e la biodinamica craniosacrale. Egli ha avuto un’influenza formativa determinante nel campo della craniosacrale biodinamica. Franklyn è stato ordinato monaco buddista sotto la guida del Ven. Taungpulu Kaba Abye Sayadaw della Birmania settentrionale e gli insegnamenti buddisti costituiscono la base del suo approccio. Vive nel Devon in Inghilterra.(vedi centro).

per ordinarlo vai qui