Bibliografia / Bibliografia in italiano

Le Connessioni Spirituali di Fegato,...

 

Un testo consigliato per la Biodinamica Viscerale, di Walter Holtzapfel  1912 – 1994 Antroposofo. Direttore della sezione di Medicina della Libera Università del Goetheanum, internista in[...]

5-6 Ottobre 2019   Biodinamiche Viscerali II  Viscerale Torino-Locandina

Esofago, stomaco e duodeno, digerire la vita

Ogni organo è come uno strumento di una orchestra, 
la biodinamica accorda il singolo strumento in funzione e in accordo con l’intera sinfonia dell’orchestra. 

Dal programma. 

  • Anatomia palpatoria, i legamenti e le connessioni fasciali, la mobilità
  • Anatomia esperienziale dell’organo e dell’asse viscerale profondo.
  • Funzioni fisiologiche ed energetiche secondo l’antroposofia e le medicine tradizionali.
  • Modello di sviluppo embrionale orofaringe, cardias, stomaco e piloro.
  • Contatto biodinamico con la motilità dell’esofago, stomaco e duodeno.
  • Contatto biodinamico con le dinamiche embrionali, la creazione della forma.

 

Nella mitologia il profeta Giona rimase tre giorni nel ventre di di un grande pesce, fino alla sua trasformazione.
«come infatti Giona rimase tre giorni e tre notti nel ventre del pesce, così il Figlio dell’uomo resterà tre giorni e tre notti nel cuore della terra» (Matteo 12). Nella favola di Pinocchio, Geppetto nello stomaco della balena ritrova, prima sé stesso, e poi il suo burattino. Il processo passa dall'essere inghiottiti, confinati e poi espulsi dallo stomaco come organo della trasformazione, della metamorfosi, del cambiamento di stato e dell'essere.

 "Ho le farfalle nello stomaco" si dice come fosse un sintomo di innamoramento. Ma oltre allo stomaco pieno o vuoto ci sono altri modi di dire, somato-psichici che riguardano quest'organo: Mi stai sullo stomaco, mi gira lo stomaco, ho lo stomaco in gola, un pugno nello stomaco, il pelo sullo stomaco, la stretta, la sensazione allo stomaco ... Lo stomaco è mosso dal diaframma, si muove grazie alle sua muscolatura liscia e in relazione alle connessioni fasciali con il grande e piccolo omento e gli altri legamenti. Il suo sviluppo embrionale in relazione con la bocca-stomodeo, il diaframma-setto trasverso e il duodeno-intestino, ci parla di forze biodinamiche che ancora agiscono nella sua funzione. Tutto questo esploreremo in questi due giorni.  
Se hai domande qui

 

webinar MaderuL’operatore in Biodinamica Craniosacrale,
cosa è e cosa fa.

Roma, Via della Luce 32 (zona Trastevere)
Sabato 12 Novembre dalle 10,00-13,30  15,00 -18,00 
Domenica 13 Novembre dalle 10,00-13,30  15,00 -18,00

Due giornate dedicate alle competenze, alle abilità e alle conoscenze necessarie per una pratica sicura della Biodinamica Craniosacrale. 

Un corso esperienziale, che applica il principio somatico che guida il  nostro insegnamento: sentire con il corpo prima di capire con la mente.

Dimmelo e lo dimenticherò, mostramelo e forse me lo ricordo, coinvolgimi e riuscirò a capire” Bruno Munari

Potrete imparare, o meglio sentire direttamente e quindi conoscere cosa vogliono dire:
–Incarnare (embodiment) l’interezza, imparare a sentire e ri-conoscere l’embrione dentro di noi.
–La nostra forma (anatomica) come gesto dell’anima.
–I piani dello spazio come dimensioni dell’essere.
-La Quiete all’origine del movimento, la Quiete Dinamica all’origine del Respiro della Vita.
-La presenza come agente del benessere e della vitalità, consapevolezza e mindfulness.

Per soddisfare le eventuali curiosità teoriche o storiche affronteremo brevemente la storia del Craniosacrale e della Biodinamica dall’origine osteopatica alla sua diffusione nell’ambito delle discipline bionaturali. Tratteremo i nuovi riferimenti culturali della Biodinamica con la neuro-biologia dell’attaccamento, le dinamiche morfologiche dello sviluppo embrionale, la fisica quantistica, le nuove teorie sulla risoluzione del trauma, la pscio-neuro-biologia affettiva e relazionale, il sistema nervoso sociale.

La Biodinamica Craniosacrale è una professione regolata dalla legge 4/13 e i professionisti hanno un albo privato a cui fare riferimento. ( vedi ACSI )

Le ore di questo corso introduttivo saranno valide come ore formative (vedi monte ore della formazione)
Il costo di partecipazione è di 150,00 euro ed include la Scheda-Iscrizione-RP
Chi vuole iscriversi usi il modulo contatti o il telefono o una mail per ulteriori indicazioni.

Condurranno il corso
maderu-arancioPaolo Maderu Pincione

 

 

 

 

Francesca Romana Nascè

fotofrancesca-copia

L’uomo come embrione
con Jaap van der Wal

Evento unico in Italia

Morfologie e Biodinamiche dello sviluppo embrionale come gesto e il ruolo della fascia come organo dell’interiorità.

Un seminario di quattro giorni, una rara opportunità di ascoltare un’autorità mondiale che porta ormai da molti anni e in tutto il mondo il frutto della sua ricerca sull’embrione, integrando lo studio delle forme proprio dell’embriologia tradizionale con una visione fenomenologica delle dinamiche dello sviluppo, arrivando così ad una sintesi unica e affascinante tra scienza e principi spirituali.

Questo corso esplora lo sviluppo prenatale e il prendere forma del corpo, la morfogenesi, questi due aspetti esprimono le caratteristiche essenziali per lo sviluppo dell’essere umano nella materia, nello spirito, nel corpo e nella mente.
Il metodo scientifico della fenomenologia ci apre ad una nuova comprensione profondamente olistica dell’essere umano. Seguendo il processo di formazione dell’embrione umano, il corso chiarirà temi come lo sviluppo sano, lo scopo e la saggezza insite nella forma umana fino al profondo significato dell’esistenza.

L’embrione come unità psicosomatica di Spirito e Materia, Mente e Corpo.

Come diceva Andrew Taylor Still: “L’uomo è Mente, Movimento e Materia

Nello sviluppo embrionale abbiamo a che fare con qualcosa che può essere definito come “ancora funzionale nelle forme”.
Questo significa che i gesti di crescita e sviluppo che l’embrione umano “per-forma” o compie, possono essere capiti ed interpretati come comportamento umano. Una sorta di pre-esercizio di quel che poi saranno funzioni fisiologiche e psicologiche. 


 

Link agli articoli e video http://www.craniosacrale.it/?s=jaap+van+der+wal

Jaap van der Wal è medico ed è stato professore associato in Anatomia ed Embriologia all’Università di Maastricht, Paesi Bassi. Dopo la laurea in medicina nel 1973 si è specializzato in anatomia funzionale e sviluppo dell’apparato locomotore con riguardo particolare alla propriocezione ovvero il senso di percezione della locomozione e della posizione corporea. In seguito si è dedicato all’insegnamento in Filosofia della Scienza e Antropologia medica.

“La mia passione tuttavia era e tuttora rimane l’embriologia umana. Il corpo umano è un processo, che si sviluppa e funziona nel tempo. L’embrione si muove, si comporta in forme. È in quest’area che ho incontrato l’antroposofia. Applico il metodo della morfologia dinamica per comprendere quello che realmente facciamo come esseri umani allo stadio embrionale. Con questo approccio ho scoperto che per me scienza e religione, materia e spirito, macrocosmo e microcosmo, creazione ed evoluzione s’incontrano l’un l’altro nel processo fenomenale del divenire umano. Rispetto a ciò trovo nell’embrione significative risposte a domande circa il significato dell’esistenza umana”.

Quello che facciamo nella forma e nei ritmi dello sviluppo embrionale è una esercitazione morfologica, un gesto che prepara la fisiologia e più tardi la psicologia della persona.

Il depliant del corso

Programma completo  

 

Questo corso esplora lo sviluppo prenatale e il prendere forma del corpo, la morfogenesi, questi due aspetti esprimono le caratteristiche essenziali per lo sviluppo dell’essere umano nella materia, nello spirito, nel corpo e nella mente.  

Il metodo scientifico della fenomenologia ci apre ad una nuova comprensione profondamente olistica dell’essere umano. Seguendo il processo di formazione dell’embrione umano, il corso chiarirà temi come lo sviluppo sano, lo scopo e la saggezza insite nella forma umana fino al profondo significato dell’esistenza. 

L’embrione come unità psicosomatica di Spirito e Materia, Mente e Corpo.  Come diceva Andrew Taylor Still: 

“L’uomo è Mente, Movimento e Materia”.

Nello sviluppo embrionale abbiamo a che fare con qualcosa che può essere definito come “ancora funzionale nelle forme”. Questo significa che i gesti di crescita e sviluppo che l’embrione umano “per-forma” o compie, possono essere capiti ed interpretati come comportamento umano. Una sorta di pre-esercizio di quel che poi saranno funzioni fisiologiche e psicologiche. 

 “Il corpo si sviluppa da noi non noi da lui. 
Siamo delle api e il nostro corpo è l’alveare.  Noi abbiamo fatto il corpo, 
lo abbiamo fatto cellula dopo cellula”   
Rumi 

Il corpo umano crea la sua forma durante lo sviluppo embrionale, in un processo continuo di cambiamento e metamorfosi. Usando l’approccio fenomenologico è possibile capire questi gesti come comportamento umano. 

Questi gesti sono anche un eco ed una ricapitolazione dei gesti di sviluppo dell’uomo come specie. In questo modo la biografia e la biologia si incontrano. L’esistenza embrionale non è una semplice fase passata della nostra vita, l’embrione esiste ancora dentro di noi: nella nostra esistenza inconscia e nel corpo che agisce come anima.

Nella globalità del suo sviluppo l’embrione è l’espressione dell’essere, che è in grado di mediare tra “cielo” (forze celesti)  e “Terra” (forze terrestri) e che, come tutti gli esseri viventi esiste nella respirazione tra Chaos (movimento, processo, tempo) e Cosmo (forma, struttura, spazio).

Link all'articolo Il ritmo è la rappresentazione dell’essere in mezzo a due poli, il respiro della vita.

Scheda-iscrizione-Jaap-2023

Convenzione-alberghiera-Golf-Hotel


Cosa è, come agisce e come si impara la BCS.

Bio = Vita. 

Dinamica = Movimento. 

Craniosacrale = Sistema Respiratorio Primario

Un incontro dedicato a far conoscere e anche sperimentare alcuni principi base del nostro lavoro

La Biodinamica Craniosacrale è una tecnica manuale dolce e non invasiva, basata sull’ascolto. Il principio, di origine osteopatica, è che la Salute deriva dalla libera circolazione dei fluidi. La Biodinamica Craniosacrale si basa sull’esperienza diretta e sentita dell’azione delle forze embrionali, forze che hanno creato la nostra forma e che ancora agiscono nel corpo; la chiamiamo Respirazione Primaria. La Biodinamica Craniosacrale non cerca la malattia o il disagio ma la vitalità e il potenziale che sono sempre presenti. La formazione è basata sull’esperienza e sulla presenza consapevole (Mindfulness) dell’operatore, sulla percezione della natura biologica della Quiete come origine delle forze vitali e sullo sviluppo delle proprie capacità empatiche.

Con Paolo Maderu Pincione e Francesca Romana Nascè, docenti.

http://www.craniosacrale.it/itcsrp/chi-siamo/

http://www.craniosacrale.it/itcsrp/

Percorso della formazione di Base, 
http://www.craniosacrale.it/blog/calendario-formazione-craniosacrale-2017-18/

http://www.craniosacrale.it/blog/calendario-formazione-craniosacrale-2017-18/

Posti limitati, potete prenotare al 348 2258312 

con Paolo Maderu Pincione sulle Biodinamiche Viscerali. Presentazione dei corsi (vedi calendario )

Biodinamiche Viscerali I    22-23 Giugno 2019

Fegato Cistifellea, volontà, rabbbia e rigenerazione

Anatomia palpatoria, i legamenti e le connessioni fasciali, la mobilità

Anatomia esperienziale dell’organo.

Funzioni fisiologiche ed energetiche secondo l’antroposofia e le medicine tradizionali.

Modello di sviluppo embrionale dell’organo.

Contatto biodinamico con la motilità del fegato, della cistifellea.

Contatto biodinamico con le dinamiche embrionali, la creazione della forma.

 

Iscrivetevi all'incontro gratuito

Incontro via web, con Paolo Maderu Pincione. Presentazione dei seminari avanzati in Biodinamica Viscerale che si terranno a Torino.

Biodinamiche Viscerali I 22-23 Giugno 2019  
Primo incontro di una serie di quattro 
Scarica la locandina completa Viscerale Torino-

Fegato Cistifellea

Anatomia palpatoria, i legamenti e le connessioni fasciali, la mobilità

Anatomia esperienziale dell’organo.

Funzioni fisiologiche ed energetiche secondo l’antroposofia e le medicine tradizionali.

Modello di sviluppo embrionale dell’organo.

Contatto biodinamico con la motilità del fegato, della cistifellea.

Contatto biodinamico con le dinamiche embrionali, la creazione della forma.

Hai domande ? 

4 Aprile 2019 dalle ore 19.00 alle ore 20,00
Incontro via web con Paolo Maderu Pincione sulle relazioni della Biodinamica con Somatica 
http://www.craniosacrale.it/blog/biodinamica-craniosacrale-3/
http://www.craniosacrale.it/blog/biodinamica-craniosacrale-e-la-somatica/

Per chi è interessato alla formazione in Biodinamica e ai temi proposti.

Per partecipare vai qui https://maderu.clickmeeting.com/biodinamicacraniosacralesomatica

Iscriviti al seminario via web, hai domande:

 

Livello Base 

11-12 Marzo 2017
Seminario I) I principi fondamentali. L’arte dell’ascolto

  • Conoscersi attraverso il contatto;
  • Presenza, negoziazione, limiti del contatto terapeutico;
  • Orientamento al sentire; l’arte del contatto
  • Relazione: linea mediana e i fulcri dell’operatore
  • Storia, principi, anatomia e fisiologia del Sistema Respiratorio Primario;
  • L’approccio Biomeccanico: il Meccanismo Respiratorio Primario (MRP);
  • L’approccio Biodinamico: la Respirazione Primaria (RP) e le forze formative

Vedi il calendario completo 

In questo workshop teorico e pratico con il tremore neurogeno applicato ci concentreremo sui meccanismi neurologici alla base del dialogo tra corpo e sistema nervoso. Ci soffermeremo sui meccanismi alla base del dolore cronico e della disregolazione emozionale. Nella parte pratica faremo esperienza con diversi esercizi fisici per attivare il tremore neurogeno. Impareremo i principi di base per applicare questa reazione terapeutica in combinazione con le metodiche della biodinamica craniosacrale.

 Il tremore neurogeno è una forma di vibrazione muscolare tipicamente osservata in natura nell’animale confrontato con un evento particolarmente stimolante (es. la fuga da un predatore). La scarica neuro-muscolare che si verifica in seguito all'episodio stressante ha la funzione di ristabilire l'equilibrio neurofisiologico dell'organismo. Anche nell'uomo, questo tremore permette di “resettare” la tensione neuro-muscolare per alleviare tensioni muscolari croniche in modo semplice e indolore. Questa pratica è adatta a tutti - è particolarmente indicata per coloro che soffrono di stress, problemi del sonno, dolori articolari cronici, o che pratichino intensivamente gli sport, o che abbiano subito traumi di qualsiasi genere (guerre, disastri naturali, violenze, ecc.). Le nozioni apprese potranno essere integrate con tutte le altre metodiche olistiche rivolte al benessere della persona.

Scarica il Volantino TNA CSB Norma 2017

 www.bbss.it/tremore-neurogeno-applicato/

Neurodynamic Integration 

Condotto da Dr. Riccardo Cassiani Ingoni,
biologo, dottore in neurofisiologia, bodyworker.
Consegue la laurea cum laude in Scienze Biologiche presso l’Università degli Studi di Pisa e poi il titolo di Dottore in Neurofisiologia alla Università di Roma La Sapienza. Intraprende per sei anni la carriera di ricercatore presso il National Institutes of Health, il centro statunitense di ricerca biomedica più avanzato, dove si occupa prevalentemente di progetti di ricerca sulle terapie delle malattie neurodegenerative e della sclerosi multipla. Per meriti scientifici, riceve il premio Integrative Neural Immune Award nel 2003, conferitogli dal National Institute of Mental Health statunitense, mentre nel 2006 si aggiudica il Premio ‘Mangrella in Neuroscienze’ bandito dal Consiglio Nazionale delle Ricerche. E’ stato impegnato nel progetto NeuroLab del Comitato Olimpico Nazionale Italiano e poi come ricercatore presso il Centro di Medicina Rigenerativa di Barcellona. Ha frequentato numerosi corsi di formazione nel campo delle terapie corporee, delle metodiche in medicina alternativa e le terapie olistiche, nella riflessoterapia, nella kinesiologia applicata ed nel biofeedback. Dal 2007 conduce laboratori pratici e corsi di formazione sulle tecniche di neuromodulazione del trauma in numerosi paesi di Europa e USA.

e Paolo Maderu Pincione
http://www.craniosacrale.it/itcsrp/

In questo workshop teorico e pratico con il tremore neurogeno applicato ci concentreremo sui meccanismi neurologici alla base del dialogo tra corpo e sistema nervoso. Ci soffermeremo sui meccanismi alla base del dolore cronico e della disregolazione emozionale. Nella parte pratica faremo esperienza con diversi esercizi fisici per attivare il tremore neurogeno. Impareremo i principi di base per applicare questa reazione terapeutica in combinazione con le metodiche della biodinamica craniosacrale.

 Il tremore neurogeno è una forma di vibrazione muscolare tipicamente osservata in natura nell’animale confrontato con un evento particolarmente stimolante (es. la fuga da un predatore). La scarica neuro-muscolare che si verifica in seguito all’episodio stressante ha la funzione di ristabilire l’equilibrio neurofisiologico dell’organismo. Anche nell’uomo, questo tremore permette di “resettare” la tensione neuro-muscolare per alleviare tensioni muscolari croniche in modo semplice e indolore. Questa pratica è adatta a tutti – è particolarmente indicata per coloro che soffrono di stress, problemi del sonno, dolori articolari cronici, o che pratichino intensivamente gli sport, o che abbiano subito traumi di qualsiasi genere (guerre, disastri naturali, violenze, ecc.). Le nozioni apprese potranno essere integrate con tutte le altre metodiche olistiche rivolte al benessere della persona.

l corso è residenziale per facilitare l’integrazione. 
L’offerta economica del corso include, pernottamento, pasti e colazione e su richiesta di almeno tre partecipanti il transfer dalla stazione di Latina FS all’Hotel a Norma (13km). 
Il costo è di 250,00 euro.
Sconto per i soci di Respirazione Primaria, agli utenti e abbonati al sito: 220,00 euro.

Vedi il Volantino TNA CSB Norma17-1

Modulo iscrizioneRP-corso1-2-07



www.bbss.it/tremore-neurogeno-applicato/

Neurodynamic Integration™ 

Condotto da Dr. Riccardo Cassiani Ingoni,
biologo, dottore in neurofisiologia, bodyworker.
Consegue la laurea cum laude in Scienze Biologiche presso l’Università degli Studi di Pisa e poi il titolo di Dottore in Neurofisiologia alla Università di Roma La Sapienza. Intraprende per sei anni la carriera di ricercatore presso il National Institutes of Health, il centro statunitense di ricerca biomedica più avanzato, dove si occupa prevalentemente di progetti di ricerca sulle terapie delle malattie neurodegenerative e della sclerosi multipla. Per meriti scientifici, riceve il premio Integrative Neural Immune Award nel 2003, conferitogli dal National Institute of Mental Health statunitense, mentre nel 2006 si aggiudica il Premio ‘Mangrella in Neuroscienze’ bandito dal Consiglio Nazionale delle Ricerche. E’ stato impegnato nel progetto NeuroLab del Comitato Olimpico Nazionale Italiano e poi come ricercatore presso il Centro di Medicina Rigenerativa di Barcellona. Ha frequentato numerosi corsi di formazione nel campo delle terapie corporee, delle metodiche in medicina alternativa e le terapie olistiche, nella riflessoterapia, nella kinesiologia applicata ed nel biofeedback. Dal 2007 conduce laboratori pratici e corsi di formazione sulle tecniche di neuromodulazione del trauma in numerosi paesi di Europa e USA.

e Paolo Maderu Pincione
http://www.craniosacrale.it/itcsrp/

visceraleRiconoscere le qualità incarnate ed espressive degli organi, il loro movimento di origine embrionale, la motilità, la mobilità nella palpazione e nel contatto afferente.

17-18 Dicembre 2016 Fegato, cistifellea, milza, pancreas e stomaco.

21-22 Gennaio 2017 Polmone, intestino, reni, prostata e gonadi. 

Riservato a chi ha una esperienza di pratica Biodinamica Craniosacrale. 

Condotto da Paolo Maderu Pincione e Francesca Romana Nascè, il seminario si svolgerà a Roma, in Via della Luce 32, zona Trastevere. 
Sabato 18 Giugno dalle ore 9,30 alle ore 18 (con un’ora di pausa pranzo) e Domenica 19 Giugno dalle ore 9,30 alle ore 18 (con un’ora di pausa pranzo).

Per partecipare per informazioni Contattaci

visceraleRiconoscere le qualità incarnate ed espressive degli organi, il loro movimento di origine embrionale, la motilità, la mobilità nella 
palpazione e nel contatto afferente.

21-22 Gennaio 2017 Polmone, intestino, reni, prostata e gonadi. 

Riservato a chi ha una esperienza di pratica Biodinamica Craniosacrale. 

Condotto da Paolo Maderu Pincione e Francesca Romana Nascè, il seminario si svolgerà a Roma, in Via della Luce 32, zona Trastevere. 
Sabato 18 Giugno dalle ore 9,30 alle ore 18 (con un’ora di pausa pranzo) e Domenica 19 Giugno dalle ore 9,30 alle ore 18 (con un’ora di pausa pranzo).

Per partecipare per informazioni Contattaci

Roma,

Istituto Seraphicum, via del Serafico 1logo-acsi-scritta

vedi 
http://www.acsicraniosacrale.it/events/conferenza-cs-2017/

Conferenza ACSI 2017
Fare campo per fare anima

Biodinamica craniosacrale e la risoluzione del trauma

Roma Auditorium Seraphicum, Via del Serafico 1

Sabato 20 Maggio:        dalle ore 10:30 alle 19:00
Domenica 21 Maggio:  dalle ore   9:30 alle 17:00

Le diverse modalità vicine al campo della Biodinamica Craniosacrale nell’affrontare gli effetti del trauma sul corpo-mente-spirito. Dall’esplorazione della natura somatica del trauma, agli approcci cognitivi e comportamentali, neurologici, neuro-psico-affettivi. Il trattamento biodinamico dei differenti effetti traumatici, attraverso il contatto, le risorse, la creazione di un campo di accoglienza e la Respirazione Primaria.

Sabato 20 Maggio
10,30 -11 registrazione partecipanti
11 – 11,30 presentazione  –   11,30 – 13,00 relazioni
13,00 – 14,30 pausa pranzo
14,30 – 16,45 relazioni  –  17,00-19,00 Assemblea soci ACSI

Domenica 21 Maggio:
9,30 – 11 relazioni
11,00 – 11,30  pausa  11,30 – 13,00 relazioni
13,00 – 14,30 pausa pranzo
14,30 – 16,00 
tavola rotonda degli intervenuti
16,00 – 16,30 conclusione e consegna degli attestati

Relazioni di

KAVIKavi Alessandro Gemin CO, BCST
Osteopata e terapista del massaggio, ha un’ampia formazione in varie discipline somatiche. Insegna e pratica Biodinamica Craniosacrale presso l’International Institute for Craniosacral Balancing® .Ha studiato il lavoro prenatale con Ray Castellino ed è formato in terapia del trauma con Peter Levine. Operatore e supervisore del metodo Somatic Experiencing®, applica i principi di risoluzione del trauma nel suo lavoro come operatore corporeo.

Farà un intervento sul:
Somatic Experiencing e Biodinamica Craniosacrale. Antidoti al trauma

Il concetto biodinamico si rivolge alla capacità innata di autoregolazione dell’organismo. L’esperienza traumatica disturba le naturali funzioni fisiologiche del sistema nervoso, che possono essere ripristinate grazie all’utilizzo di alcune strategie specifiche. Somatic Experiencing, come la biodinamica craniosacrale offre delle modalità di osservazione e cooperazione che agiscono come dei veri e propri antidoti agli effetti disorganizzanti del trauma.

 

 

RiccardoC.IngoniRiccardo Cassiani Ingoni,
biologo, dottore in neurofisiologia, bodyworker
 . laurea cum laude in Scienze Biologiche presso l’Università degli Studi di Pisa e poi il titolo di Dottore in Neurofisiologia alla Università di Roma La Sapienza. E’ stato impegnato nel progetto NeuroLab del Comitato Olimpico Nazionale Italiano e poi come ricercatore presso il Centro di Medicina Rigenerativa di Barcellona . Dal 2007 conduce laboratori pratici e corsi di formazione sulle tecniche di neuromodulazione del trauma in numerosi paesi di Europa e USA.

Interverrà su :
“Il tremore neurogeno applicato”: un intervento somatico nel trauma e nella dissociazione”

Il tremore fisico post-traumatico permette di scaricare lo stato di ipervigilanza e di facilitare il ristabilirsi dell’omeostasi. Diverse strategie di intervento somatico sono emerse che coinvolgono i tremori corporei come un modo per mitigare l’ipervigilanza e il dolore fisico ed emotivo cronico.

 


Paola BattocchioPaola Battocchio,

psicologa – psicoterapeuta della Gestalt, diplomata in Approccio Trager®, insegnante di Massaggio Infantile, formata in Costellazioni Sistemico-Spirituali con Christian R. Kraemer, operatore di Somatic Experiencing® (2013 – 2016) e operatore in Prenatal and Birth Therapy con Dominique Degranges, attualmente sua assistente nei training di formazione triennale

Interverrà su:
“Traumi e Dinamiche prenatali.” Come influenzano la nostra vita e le nostre relazioni.

L’approccio sensoriale-corporeo lo troviamo anche nella Biodinamica Craniosacrale, dove un operatore con la sua presenza di risonanza fisica stimola nel corpo del cliente la riconnessione con il Respiro della Vita, l’intelligenza suprema in cui siamo immersi e che organizza armonicamente la materia vivente. Riconnettersi a tale forza, permette all’organismo di ritrovare la sua capacità di autoregolarsi e di stimolare le forze di autoguarigione.

 

EmanuelaEmanuela Fonticoli, psicologa, Psicoterapeuta in training, Coordinatrice di Focusing per Bambini e Adulti.

Si è formata nel Focusing presso il Focusing Institute di New York di Eugene Gendlin. Lavora con bambini e adulti favorendo l’ascolto delle sensazioni e e dei bisogni inespressi per entrare in connessione con il corpo e il suo antico linguaggio. 

Tiene corsi certificati in Focusing per gli adulti che lavorano con i bambini. 
Specializzata nella psicologia del trauma, lavora in vari contesti di emergenza.
Appassionata di storie per bambini, ha scritto e pubblicato la sua prima storia per bambini e adulti
: Jim il Pesce.

Ci parlerà de:
“La magia del sentire nel corpo.”

Il Focusing, un approccio basato sull’attenzione ai bisogni e ai segnali del corpo che costituiscono il linguaggio col quale tenta di esprimersi. L’ascolto attento di questo ci conduce verso il concetto di “sintomi come alleati“, un completo ribaltamento del principio  meccanicistico della malattia. Questo è un punto fondamentale da cui partire per ogni operatore olistico dell’era Post-moderna.

Coordinatore della Conferenza Paolo Maderu Pincione

Una conferenza unica nella quale presenteremo diverse modalità per affrontare la realtà del trauma, come presente nella fisiologia del corpo e non nell’evento. Esploreremo vari approcci per affrontarlo e prevenirlo, come quelli cognitivi, comportamentali, neurologici e neuro-affettivi. Negli ultimi anni questi approcci hanno integrato la nostra pratica Biodinamica Craniosacrale basata sulla creazione di un campo di accoglienza, risorse e Respirazione Primaria. 

Un invito a tutti i soci, Call for papers

Consapevoli dell’importanza delle Vostre testimonianze chiediamo il Vostro supporto nell’invio di materiale, documentazione, racconti etc. relativo alle esperienze che avete avuto in questo campo
a questo indirizzo dedicato:

Prenotate in tempo le stanze a disposizione del Seraficum

–          portineria@seraphicum.org

–          06 515031

Questi i prezzi delle camere (a notte):

–          Camera singola 35.5 euro
–          Camera doppia 67 euro
–          Camera tripla 90.5 euro
–          Camera quadrupla 114 euro

Tutti i prezzi sono comprensivi di prima colazione e tassa di soggiorno.

Cosa è, come agisce e come si impara la BCS.

Bio = Vita. 

Dinamica = Movimento. 

Craniosacrale = Sistema Respiratorio Primario

La Biodinamica Craniosacrale è una tecnica manuale dolce e non invasiva, basata sull’ascolto. Il principio, di origine osteopatica, è che la Salute deriva dalla libera circolazione dei fluidi. La Biodinamica Craniosacrale si basa sull’esperienza diretta e sentita dell’azione delle forze embrionali, forze che hanno creato la nostra forma e che ancora agiscono nel corpo; la chiamiamo Respirazione Primaria. La Biodinamica Craniosacrale non cerca la malattia o il disagio ma la vitalità e il potenziale che sono sempre presenti. La formazione è basata sull’esperienza e sulla presenza consapevole (Mindfulness) dell’operatore, sulla percezione della natura biologica della Quiete come origine delle forze vitali e sullo sviluppo delle proprie capacità empatiche.

 

Un seminario introduttivo a carattere esperienziale. Imparerai a sentire attraverso esercizi e contatti l’anatomia vivente e l’azione svolta dalle forze embrionali. Potrai esplorare alcuni dei principi che sono alla base della BCS:  

- gli effetti e le differenti qualità della presenza dell’operatore.

- la capacità di distinguere tessuti, fluidi e potenza nel contatto con il corpo.

Il corso è anche un pre-requisito per la formazione professionale in Biodinamica Craniosacrale, di 650 ore complessive e riconosciuta dall’Associazione CranioSacrale Italia, ACSI.

 

Docente: Paolo Maderu Pincione
pratica, insegna e studia la bio-disciplina Craniosacrale e Biodinamica da oltre vent’anni. Fondatore del sito www.craniosacrale.it e dell’Associazione CranioSacrale Italia ACSI. Collabora e ha imparato dai maggiori docenti internazionali del campo:  Franklyn Sills, Michael Kern, Michael Shea, Ray Castellino, solo per citarne alcuni.

Orari e Programma

Sabato 2 Giugno

iscrizioni ore 9,00 -10,00

Inizio ore 10 -13,30; pausa pranzo; 15-18 

Anatomia esperienziale dei piani dello spazio

Dall’esperienza alla cognizione

La presenza e i fulcri dell’operatore

Palpazione differenziata dei tessuti, dei fluidi e l’espressione della Potenza nel corpo

Domenica 3 Giugno 

inizio 9,30 -13; pausa pranzo; 14,30-17

Creazione e percezione del campo  relazionale

Tocco e relazione, significati

Embriologia, la linea mediana

Contatto con le espressioni della linea mediana

Scarica il depliant BCSsicily06-188  

per la pre- iscrizione compila la scheda di associazione e inviala a info@craniosacrale.it

poi compila il modulo per il corso  Corso-RP-2-3 Giugno

In collaborazione con www.osteopatiacraniosacrale.com

Ruolo e trattamento della tripartizione del Sistema Nervoso Autonomo, le influenze sulle emozioni, sui traumi, sulla salute e le connessioni con la relazione di attaccamento neonatale.

con Paolo Maderu Pincione

 

Il seminario affronterà il ruolo “sociale” del sistema Vagale (la componente vagale dorsale e ventrale), le sue influenza sui livelli di attaccamento ed offrirà ai partecipanti tecniche di trattamento e autotrattamento per il riequilibrio neuro-vegetativo.

Contenuti e argomenti: 

Lezione frontale:

Teoria Polivagale di Porges, le sue influenze nel campo neurologico, psicologico e relazionale, la sua importanza per l’operatore in Biodinamica Craniosacrale.

Esercizi esperienziali somatici sulla regolazione del Sistema Nervoso Autonomo.

Pratica:

Tecniche di contatto con percorso del Nervo Vago

Metodiche e modalità per la regolazione del battito cardiaco e della respirazione.

Dinamiche viscerali, modalità di contatto.

Lezione frontale:

Le fasi e i livelli possibili di attaccamento: sicuro, insicuro evitante, insicuro ambivalente, insicuro disorganizzato.

La loro influenza sullo sviluppo del corpo-mente e sulle relazioni.

Esercizi esperienziali somatici sulla relazione di attaccamento.

Pratica:

Processi di recupero della sicurezza dell’attaccamento originario attraverso il contatto biodinamico e il dialogo.

Feedback e chiusura lavori.

Quello che otterrete dal seminario:

• Una conoscenza delle nuove ricerche sul Sistema Nervoso Autonomo SNA e Vagale e le sue influenze a tutti i livelli sul metabolismo e sugli stati d’animo.

• Tecniche e capacità di affrontare dia-regolazioni del SNA, per un funzionamento ottimale.

• Recuperare l’eventuale disagio dovuto a disfunzioni nella relazione d’attaccamento con la consapevolezza di oggi ed il recupero dell’interezza in una logica biodinamica.

A chi si rivolge:

Agli operatori in Biodinamica Craniosacrale, agli studenti in formazione con almeno 200 ore formative, agli osteopati con esperienza di trattamento craniosacrale equivalente, ad operatori di Craniosacrale (biomeccanico o tradizionale) con ampia esperienza e attraverso un colloquio.
Scarica il volantino  polivagale-TS-light

Costi: euro 180.00 entro il 4 febbraio 2017

euro 200.00 entro il 20 febbraio 2017 

Seminario Avanzato su bocca e stomatognatico. Riservato a chi ha già esperienza di contatto biodinamico craniosacrale e dopo un colloquio.

Mandibola: respirazione, nutrimento, espressione e relazione;

Denti e dinamiche dentali, effetti cs e posturali;

Asse sfenoide vomere. Palatini e relazioni nervi cranici;

ATM, ioide e collo nella relazione con la base cranica;

Lingua e dinamiche linguali;

Muscoli e legamenti;

Collaborazione con odontoiatria;

\vedi
http://www.acsicraniosacrale.it/events/conferenza-a-cs-i-2017/

ConferezaACSI2017-2

Roma Auditorium Seraphicum, Via del Serafico 1

Sabato 20 Maggio:        dalle ore 10:30 alle 19:00
Domenica 21 Maggio:  dalle ore   9:30 alle 17:00

Le diverse modalità vicine al campo della Biodinamica Craniosacrale nell’affrontare gli effetti del trauma sul corpo-mente-spirito. Dall’esplorazione della natura somatica del trauma, agli approcci cognitivi e comportamentali, neurologici, neuro-psico-affettivi. Il trattamento biodinamico dei differenti effetti traumatici, attraverso il contatto, le risorse, la creazione di un campo di accoglienza e la Respirazione Primaria.

Sabato 20 Maggio
10,30 -11 registrazione partecipanti
11 – 11,30 presentazione  –   11,30 – 13,00 relazioni
13,00 – 14,30 pausa pranzo
14,30 – 16,45 relazioni  –  17,00-19,00 Assemblea soci ACSI

Domenica 21 Maggio:
9,30 – 11 relazioni
11,00 – 11,30  pausa  11,30 – 13,00 relazioni
13,00 – 14,30 pausa pranzo
14,30 – 16,00 
tavola rotonda degli intervenuti
16,00 – 16,30 conclusione e consegna degli attestati

Relazioni di

KAVIKavi Alessandro Gemin CO, BCST
Osteopata e terapista del massaggio, ha un’ampia formazione in varie discipline somatiche. Insegna e pratica Biodinamica Craniosacrale presso l’International Institute for Craniosacral Balancing® .Ha studiato il lavoro prenatale con Ray Castellino ed è formato in terapia del trauma con Peter Levine. Operatore e supervisore del metodo Somatic Experiencing®, applica i principi di risoluzione del trauma nel suo lavoro come operatore corporeo.

Farà un intervento sul:
Somatic Experiencing e Biodinamica Craniosacrale. Antidoti al trauma

Il concetto biodinamico si rivolge alla capacità innata di autoregolazione dell’organismo. L’esperienza traumatica disturba le naturali funzioni fisiologiche del sistema nervoso, che possono essere ripristinate grazie all’utilizzo di alcune strategie specifiche. Somatic Experiencing, come la biodinamica craniosacrale offre delle modalità di osservazione e cooperazione che agiscono come dei veri e propri antidoti agli effetti disorganizzanti del trauma.

 

RiccardoC.IngoniRiccardo Cassiani Ingoni,
biologo, dottore in neurofisiologia, bodyworker
 . laurea cum laude in Scienze Biologiche presso l’Università degli Studi di Pisa e poi il titolo di Dottore in Neurofisiologia alla Università di Roma La Sapienza. E’ stato impegnato nel progetto NeuroLab del Comitato Olimpico Nazionale Italiano e poi come ricercatore presso il Centro di Medicina Rigenerativa di Barcellona . Dal 2007 conduce laboratori pratici e corsi di formazione sulle tecniche di neuromodulazione del trauma in numerosi paesi di Europa e USA.

Interverrà su :
“Il tremore neurogeno applicato”: un intervento somatico nel trauma e nella dissociazione”

Il tremore fisico post-traumatico permette di scaricare lo stato di ipervigilanza e di facilitare il ristabilirsi dell’omeostasi. Diverse strategie di intervento somatico sono emerse che coinvolgono i tremori corporei come un modo per mitigare l’ipervigilanza e il dolore fisico ed emotivo cronico.

IMG_2420Paola Battocchio,

psicologa – psicoterapeuta della Gestalt, diplomata in Approccio Trager®, insegnante di Massaggio Infantile, formata in Costellazioni Sistemico-Spirituali con Christian R. Kraemer, operatore di Somatic Experiencing® (2013 – 2016) e operatore in Prenatal and Birth Therapy con Dominique Degranges, attualmente sua assistente nei training di formazione triennale

Interverrà su:
“Traumi e Dinamiche prenatali.” Come influenzano la nostra vita e le nostre relazioni.

L’approccio sensoriale-corporeo lo troviamo anche nella Biodinamica Craniosacrale, dove un operatore con la sua presenza di risonanza fisica stimola nel corpo del cliente la riconnessione con il Respiro della Vita, l’intelligenza suprema in cui siamo immersi e che organizza armonicamente la materia vivente. Riconnettersi a tale forza, permette all’organismo di ritrovare la sua capacità di autoregolarsi e di stimolare le forze di autoguarigione.

 

EmanuelaEmanuela Fonticoli, psicologa, Psicoterapeuta in training, Coordinatrice di Focusing per Bambini e Adulti.

Si è formata nel Focusing presso il Focusing Institute di New York di Eugene Gendlin. Lavora con bambini e adulti favorendo l’ascolto delle sensazioni e e dei bisogni inespressi per entrare in connessione con il corpo e il suo antico linguaggio. 

Tiene corsi certificati in Focusing per gli adulti che lavorano con i bambini. 
Specializzata nella psicologia del trauma, lavora in vari contesti di emergenza.
Appassionata di storie per bambini, ha scritto e pubblicato la sua prima storia per bambini e adulti
: Jim il Pesce.

Ci parlerà de:
“La magia del sentire nel corpo.”

Il Focusing, un approccio basato sull’attenzione ai bisogni e ai segnali del corpo che costituiscono il linguaggio col quale tenta di esprimersi. L’ascolto attento di questo ci conduce verso il concetto di “sintomi come alleati“, un completo ribaltamento del principio  meccanicistico della malattia. Questo è un punto fondamentale da cui partire per ogni operatore olistico dell’era Post-moderna.

per iscrizioni vai sul sito ACSI
http://www.acsicraniosacrale.it/events/conferenza-a-cs-i-2017/

Coordinatore della Conferenza,
Paolo Maderu Pincione

The Conference will explore key factors that organise how we function, beyond just the physical form. It is intended to provide a forum and meeting place for exchanging ideas at the cutting edge of holistic healthcare.

 

Parleranno alla conferenza

image-1Dr. Bessel van der Kolk

Clinician, researcher and teacher in the area of post traumatic stress, and author of Psychological Trauma, Traumatic Stress: The Effects of Overwhelming Experience on Mind, Body, and Society, and the best-selling book The Body Keeps the Score: Brain, Mind, and Body in the Treatment of Trauma.

 

 

image-4Dr. Gabor Maté

Renowned speaker on addiction, stress and childhood development, and author of In The Realm Of Hungry Ghosts, When The Body Says No and Scattered Minds – The Origins and Healing of Attention Deficit Disorder.

 

 

image-5Robert Lever

Osteopath with over 40 years’ experience, former lecturer at the European School of Osteopathy, recipient of a Medal of Honour for services to osteopathic education, and author of At The Still Point of the Turning World and Finding Healt 

 

 

image-6Dr. Wendy Anne McCarty 

Co-founder of BEBA (a centre for family healing), founding chair of the Prenatal and Perinatal Psychology programme at the Santa Barbara Graduate Institute and author of Welcoming Consciousness: Supporting Babies’ Wholeness from the Beginning of Life – An Integrated Model of Early Development. 

 

 

image-7Dr. Rollin McCraty

Director of research at the Heart Math Institute, fellow of the American Institute of Stress and author of numerous published research papers about the subtle physiology of the heart and emotion. Co-author of the book Heart Intelligence. 

 

 

image-8Dr. Gerald Pollack

Professor at the University of Pennsylvania, founder of the Pollack Laboratory, pioneering researcher into the properties of biological water and author of The Fourth Phase of Water, Cells, Gels and the Engines of Life and Muscles, Water and the Cell. 

 

 

image-9Dr. Cherionna Menzam Sills + Katherine Ukleja

 

Therapists and international educators of Craniosacral Biodynamics, and ‘grandes dames’ in this field.

Cherionna also has a background in pre-natal psychology and Continuum Movement, and Katherine originally trained in osteopathy.

With more than half a century of joint experience they bring a profundity of understanding to the continual enquiry into the nature of Primary Respiration.

 

 

 

 
 

22-23 Aprile 2017

Nuovo inizio. E' possibile, per chi non avesse partecipato all'incontro di marzo, recuperare con un tutorial individuale di una giornata da concordare con i docenti, e poi partecipare alla formazione dal 22-23 Aprile.

Livello Base 

22-23 Aprile 2017
Seminario II) La relazione “terapeutica”, le risorse

  • Le risorse come forze per la salute. Risorse interne ed esterne.
  • Simbiosi e interfaccia nella relazione.
  • Consapevolezza dello spazio: i piani orizzontale, verticale e sagittale
  • Negoziazione dello spazio
  • Neutralità nella relazione.
  • Modalità di contatto

Vedi il calendario completo

Corso avanzato in Biodinamica sulle dinamiche della nascita. Riservato a chi ha già esperienza di contatto biodinamico craniosacrale e dopo un colloquio. 

Sabato 28 Ottobre
con Paolo Maderu Pincione e Francesca Romana Nascè

Il processo di concepimento, impianto e sviluppo embrionale e fetale;

Nascita come processo di accensione;

Imprinting della vita intrautrauterina, matrici perinatali di base;

Influenza del processo della nascita e dinamiche del parto;

Approfondimento delle lesioni intraossee della base cranica;

 

 

 

Domenica 29 Ottobre
con Luisa Brancolini

Le quattro fasi della nascita dal punto di vista del bambino:
1° fase discesa nella cavità pelvica, gestione dello stress e dei cambiamenti 
2° fase rotazione della testa, orientamento e trovare una direzione
3° fase uscita, come gestire la fatica come presentarsi al mondo
4° fase restituzione, stile di attaccamento, bonding.

teoria ed esperienze di palpazione e contatto biodinamico.

Seminario avanzato sulle Bio-meccaniche, Bio-cinetiche e Bio-Dinamiche del processo di nascita. 
Riservato a chi ha già esperienza di contatto biodinamico craniosacrale e dopo un colloquio.

Dinamiche facciali e sviluppo embrionale.

Archi  faringei.

Inter-faccia, tra interiorità ed esteriorità.

Occhi, vestibolo, zigomi, naso.

Esplorazione della propria maschera, comprensione di base della struttura della propria personalità.

Comprensione delle dinamiche di invasione e abbandono per costruzione della relazione terapeutica orientata alla vitalità e al benessere.

Seminario avanzato sul Cuore, la Centralità e i Limiti dell'operatore
Riservato a chi ha già esperienza di contatto biodinamico craniosacrale e dopo un colloquio.

Docenti Paolo Maderu Pincione e Francesca Romana Nascè

Timo, pericardio e cuore, la centralità.

Sviluppo embrionale del cuore e della circolazione.

L’accensione del cuore, il nodo seno atriale.

La quiete e la connessione nel cuore.

Intensificazione e contenimento degli stati emozionali.

La figura dell’operatore, “conosci i tuoi limiti”.

per informazioni

Seminario avanzato sulle Biodinamiche degli organi. Funzionalità, anatomia palpatoria, significato energetico, astrale e della medicina tradizionale.  
Riservato a chi ha già esperienza di contatto biodinamico craniosacrale e dopo un colloquio.


Bio-Dinamiche degli organi, il viscerale
 

Riconoscere l’origine embrionale, la qualità energetica, espressiva

la mobilità e la motilità degli organi, il metabolismo:

fegato, cistifellea, milza, pancreas, stomaco.

Seminario avanzato sulle Biodinamiche degli organi. Funzionalità, anatomia palpatoria, significato energetico, astrale e della medicina tradizionale.  
Riservato a chi ha già esperienza di contatto biodinamico craniosacrale e dopo un colloquio.

Bio-Dinamiche degli organi, il viscerale (2)

Riconoscere l’origine embrionale, la qualità energetica, espressiva

la mobilità e la motilità degli organi:

Polmone, intestino, reni, prostata.

Gonadi, l’origine della sessualità.

L'embrione in noi. Il corpo come anima.

Morfologie dinamiche ed embriologia degli organi (organogenesi) 

 

Con Jaap van der Wal e Gus van der Bie. Evento unico 25-26-27 maggio 2018, Silea (TV).

Un seminario di tre giorni, una rara opportunità di ascoltare due autorità mondiali che portano il frutto della loro ricerca sull'embrione, integrando lo studio delle forme proprio dell'embriologia tradizionale con una visione fenomenologica delle dinamiche dello sviluppo, arrivando così ad una sintesi unica e affascinante tra scienza e principi spirituali.

Questa edizione sarà straordinaria perchè per la prima volta Jaap van der Wal e Guus van der Bie lavoreranno insieme.

Scarica qui il Depliant informativo e il Programma delle giornate.

A chi si rivolge

Il seminario è rivolto a operatori craniosacrali, osteopati, medici, antroposofi, ostetriche/ci, infermieri, fisioterapisti, operatori delle discipline bionaturali e a chi intende approfondire lo studio e la conoscenza dello sviluppo embrionale e che riconosce che la nostra esistenza prenatale gioca un ruolo fondamentale nella salute.

vanDerWalOK-2Chi è Jaap van der Wal

vedi anche http://www.craniosacrale.it/?s=jaap+van+der+wal
Jaap van der Wal è medico ed è stato professore associato in Anatomia ed Embriologia all'Università di Maastricht, Paesi Bassi. Dopo la laurea in medicina nel 1973 si è specializzato in anatomia funzionale e sviluppo dell'apparato locomotore con riguardo particolare alla propriocezione ovvero il senso di percezione della locomozione e della posizione corporea. In seguito si è dedicato all'insegnamento in Filosofia della Scienza e Antropologia medica.
"La mia passione tuttavia era e tuttora rimane l'embriologia umana. Il corpo umano è un processo, che si sviluppa e funziona nel tempo. L'embrione si muove, si comporta in forme. È in quest'area che ho incontrato l'antroposofia. Applico il metodo della morfologia dinamica per comprendere quello che realmente facciamo come esseri umani allo stadio embrionale. Con questo approccio ho scoperto che per me scienza e religione, materia e spirito, macrocosmo e microcosmo, creazione ed evoluzione s'incontrano l'un l'altro nel processo fenomenale del divenire umano. Rispetto a ciò trovo nell'embrione significative risposte a domande circa il significato dell'esistenza umana".

Guus van der BieChi è Guus van der Bie

Vedi anche http://www.craniosacrale.it/blog/embriologia-come-base-per-la-biodinamica-e-losteopatia/
Guus van der Bie, condivide con Jaap van der Wal la sua passione per l’Embriologia, la Morfologia e la Fenomenologia. Dopo la laurea nel 1971 ha lavorato nel Dipartimento di Anatomia Umana ed Embriologia all’Università statale di Utrecht, NL. Ha praticato come medico in un centro Antroposofico di medicina familiare e cura della salute. E’ stato ricercatore anziano al Louis Bolk Institute per gli studi fenomenologici a Driebergen, NL. Dal 2005 è docente attivo nel Complementary and Alternative Medicine (CAM), dell’Università di Utrecht, NL, nell’insegnamento della medicina antropolosofica all’Università di Herdecke (Germania) come in corsi post graduate in Ungheria e Canada: E’ l’editore principale de Companions for the study of medicine pubbblicati dal Louis Bolk Instituut, Driebergen NL e insieme a Jaap autore di capitoli nei libri di fenomenologia embrionale. Nel 2008 Guus ricevette il Dutch Royal Honour per il suo impegno di integrazione tra la medicina ufficiale e quella antroposofica.

Costi

490,00 euro + iva
450,00 euro + iva per iscrizioni entro il 28 febbraio 2018
430,00 euro + iva per tutti gli iscritti ACSI
Il costo include un ampio materiale didattico.

Scheda di iscrizione

Scarica qui la scheda di iscrizione dove potrai trovare gli orari del seminario, i costi, le modalità di pagamento e le condizioni contrattuali.

Sede del seminario

Centro Culturale Tamai
Via Roma, 81,
31057 Silea, Treviso.

Venerdì 25.05.18

9,30 -11 Registrazione partecipanti

11-13     Organogenesi di Jaap van der Wal

Corpo e mente nel ventre? L’essere umano è Mente, Movimento e Materia. Forma, movimento, gesto e azione.

Cosa facciamo come embrioni? L’anima si “pre-esercita” nel corpo.

Il corpo come processo. 

I gesti di crescita come comportamento e espressione umani.
Il gradiente craniocaudale: il polo delle forma e il polo del processo in relazione alla consapevolezza e alla vitalità. Ectoderma-endoderma.disco bilaminare.

Meso(derma): la fascia e il sangue come principali espressioni del mesenchima come nella dimensione della Linea Mediana. 

Asse craniocaudale: l’organizzazione della linea mediana. 

Testa e coda, destra e sinistra, dorso e ventre come dimensioni corporee.

15-19

Il corpo animale nelle dimensioni di antipatia e simpatia. La fascia come tessuto dell’interiorità. Tubo neurale e tubo viscerale. 

Metamateria del corpo: la segmentazione ritmica del mezzo.

Principio magnetico: in tutte le dimensioni corporee appare il principio della polarità. 

Il principio olografico del triplice ripiegamento. 

Neuro-Pneumo-Viscero. Cicli, ritmi e vibrazioni. La V della simmetria. 

Muscoli come tessuto connettivo: tre tipi di muscoli. 

La psico-morfologia dei foglietti germinali: organi nella dimensione psico-somatica. Consapevolezza e coscienza.

Sabato 26.05.18  

Organologia di Guus van der Bie

9-10,30 Introduzione all’Organologia. “Gastrulazione” come precondizione; Morfogenesi: sistemi come un organo; organi solidi; organi di riparazione. Terra, Acqua, Aria, Fuoco: quattro elementi e sette “forme viventi” in morfogenesi. “Fenomeno Organico Archertipo”: Percezione, Adattamento e Reazione. Sequenza dello sviluppo: crescita, maturazione, “usare i nostri organi”. Vedere “Fenomeni” o vedere “Significati”, aspetti metodologici. Il problema corpo mente? Il linguaggio del corpo: la comprensione euristica del comportamento.

11-11,45 Workshop I sulla metamorfosi

12-12,45 Il fegato. Morfogenesi e strati germinali; Localizzazione: intestino anteriore - Circolazione portale. Qualità dinamica della morfogenesi e gli Elementi. Psicologia: Fegato-Cistifellea in realzione all’intestino e alla milza. Aspetto metabolico: anabolismo e catabolismo, calore. Il ciclo della vita.

13-15 pausa pranzo

15-16,30 I reni come sistema. Reni, Surrenali, Gonadi; Localizzazione e contributi dei foglietti germinali.  Qualità dinamiche della morfogenesi (corteccia e midollo) e degli Elementi. Aspetti metabolici - ormoni nell’anabolismo - catabolismo. Fisiologia: la strada dall’organogenesi (anabolismo) alla vita dell’anima (catabolismo). Triplice ripiegamento psicosomatico nella fisiologia degli organi. 

17-18 Workshop II sulla metamorfosi

Cranio animale e dentizione. Durata della vita- Proporzioni- Cibo- Progenie-”Forma” della consapevolezza. Istinto come “forma di comportamento”: Percezione, Adattamento e Reazione. Comportamento come “forma di movimento”. Movimento come “Forma di consapevolezza”. Riconoscimento degli schemi nella scienza; Parte per il tutto nella morfologia; Proporzioni olografiche nelle forme corporee - specializzazione in evoluzione. Matematica nell’essere umano (Agrippa von Nettesheim - La proporzione aurea).

Domenica 27.05.18 

Organologia di Guus van der Bie

9-10,30 Il cuore. Morfogenesi e strati germinali. Sviluppo delle circolazione e quattro ripiegamenti nello sviluppo iniziale. Sistole/diastole. Polarizzazione e dall’inizio: depolarizzazione e ripolarizzazione. Endoltelio e lo sforzo di taglio. Cardio genesi - Vortice- Funzioni del cuore. Impedenza (Branko Furst).   

11-11,45 Workshop III sui quattro elementi. Osservazione in natura. Sperimentare gli elementi con i sensi umani. Stati di aggregazione e comprensione degli elementi nella scienza. Elemento come processo.

12-12,30 Polmoni. Morfogenesi e strati germinali. Tre strati di organizzazione dell’aria. Parola - Polmoni e Gambe, venendo a terra, “aria/udito/arti”, ontogenesi dell’orecchio. Respirando ossigeno in relazione al legami peptidici. I quattro elementi nelle proteine e nella vita animale. 

12,30 -14 pausa pranzo

14-15,30 Sistema Immunitario. Morfogenesi e strati germinali. “Forma e struttura” nella funzione: Percezione, Adattamento e Reazione. Sviluppo del ripiegamento a tre strati.

15,45-16,30 Percezione, Adattamento e Reazione. Il corpo che crea l’anima (Steiner). Il corpo facilita il comportamento. Anima come forma del corpo (Tommaso d’Aquino). ‘Mens sana in corpore sano’ (...?) Quello che non è introdotto fisicamente nell’embrione non può essere esercitato psicologicamente più tardi (Blechschmidt). Psico-neuro-immunologia (scienza moderna).

Questo corso esplora lo sviluppo prenatale e il prendere forma del corpo, la morfogenesi, questi due aspetti esprimono le caratteristiche essenziali per lo sviluppo dell’essere umano nella materia, nello spirito, nel corpo e nella mente.  

Il metodo scientifico della fenomenologia ci apre ad una nuova comprensione profondamente olistica dell’essere umano. Seguendo il processo di formazione dell’embrione umano, il corso chiarirà temi come lo sviluppo sano, lo scopo e la saggezza insite nella forma umana fino al profondo significato dell’esistenza. 

L’embrione come unità psicosomatica di Spirito e Materia, Mente e Corpo.  Come diceva Andrew Taylor Still: 

“L’uomo è Mente, Movimento e Materia”.

Nello sviluppo embrionale abbiamo a che fare con qualcosa che può essere definito come “ancora funzionale nelle forme”. Questo significa che i gesti di crescita e sviluppo che l’embrione umano “per-forma” o compie, possono essere capiti ed interpretati come comportamento umano. Una sorta di pre-esercizio di quel che poi saranno funzioni fisiologiche e psicologiche. 

 “Il corpo si sviluppa da noi non noi da lui. 

Siamo delle api e il nostro corpo è l’alveare. 

Noi abbiamo fatto il corpo, 

lo abbiamo fatto cellula dopo cellula” 

Rumi 

Il corpo umano crea la sua forma durante lo sviluppo embrionale, in un processo continuo di cambiamento e metamorfosi. Usando l’approccio fenomenologico è possibile capire questi gesti come comportamento umano. 

Questi gesti sono anche un eco ed una ricapitolazione dei gesti di sviluppo dell’uomo come specie. In questo modo la biografia e la biologia si incontrano. L’esistenza embrionale non è una semplice fase passata della nostra vita, l’embrione esiste ancora dentro di noi: nella nostra esistenza inconscia e nel corpo che agisce come anima.

Nella globalità del suo sviluppo l’embrione è l’espressione dell’essere, che è in grado di mediare tra “cielo” (forze celesti)  e “Terra” (forze terrestri) e che, come tutti gli esseri viventi esiste nella respirazione tra Chaos (movimento, processo, tempo) e Cosmo (forma, struttura, spazio).

Jaap van der Wal 

è medico ed è stato professore associato in Anatomia ed Embriologia all’Università di Maastricht, Paesi Bassi. Dopo la laurea in medicina nel 1973 si è specializzato in anatomia funzionale e sviluppo dell’apparato locomotore con riguardo particolare alla propriocezione ovvero il senso di percezione della locomozione e della posizione corporea. In seguito si è dedicato all’insegnamento in Filosofia della Scienza e Antropologia medica. Applico il metodo della morfologia dinamica per comprendere quello che realmente facciamo come esseri umani allo stadio embrionale. Con questo approccio ho scoperto che per me scienza e religione, materia e spirito, macrocosmo e microcosmo, creazione ed evoluzione s’incontrano l’un l’altro nel processo fenomenale del divenire umano. Rispetto a ciò trovo nell’embrione significative risposte a domande circa il significato dell’esistenza umana”.

 

Il collaborazione con 

Scuola Italiana Osteopatia Pediatrica.

 

 

 

Scarica i depliant Pieghevole-Jaap2008-Fi


Scarica la Scheda-Iscrizione-Jaap 09-18

Sede e Orari

Hotel Villa Cesi,  Via delle terre Bianche 1 –  50023 Impruneta, FI  www.hotelvillacesi.it

Giovedì 20 Settembre  ore 9-10,30 Registrazione dei partecipanti. 10,30 13:00 e 14:30 - 19:00
Venerdì 21 Settembre ore 09:00 - 13:00 e 15:00 - 19:00
Sabato 22 Settembre  ore 9:00 - 13:00 e 15:00 - 18:00
Domenica 23 Settembre ore 9:00 - 12:30 e 14:00 - 17:00

Informazioni

0422-361665         333 9254454

info@craniosacrale.it         segreteria@craniosacralelamarea.it

Il seminario si rivolge a chi intende approfondire lo studio e la conoscenza dello sviluppo embrionale sia tra professionisti della salute, quali medici, ostetriche, infermieri, fisioterapisti, osteopati, psicologi, che tra professionisti non ordinistici che operano nel campo della promozione della salute, quali operatori delle discipline bionaturali, counselors, naturopati, e di tutti coloro che riconoscono che la nostra esistenza prenatale giochi un ruolo fondamentale.

Questo corso esplora lo sviluppo prenatale e il prendere forma del corpo, la morfogenesi, questi due aspetti esprimono le caratteristiche essenziali per lo sviluppo dell’essere umano nella materia, nello spirito, nel corpo e nella mente.  

Il metodo scientifico della fenomenologia ci apre ad una nuova comprensione profondamente olistica dell’essere umano. Seguendo il processo di formazione dell’embrione umano, il corso chiarirà temi come lo sviluppo sano, lo scopo e la saggezza insite nella forma umana fino al profondo significato dell’esistenza. 

I temi del seminario.


Giovedì 20 Settembre
Da dove veniamo? Comprendere
l’embrione incarnato, indiviso.

Mettiamo a confronto l’osservatore e il partecipante, due realtà in uno: non-dualità e duplicità.
L’approccio di Goethe, quello fenomenologico, la scienza olistica: come superare (non negare) il dualismo cartesiano? 
Il dualismo corpo-cervello come falso monismo. Polarità e/o dualità? Spirito e materia come un tutt’uno.
Fenomenologia: la comprensione (significato, gesti) contro le forme esplicite (causalità). 
A proposito di forma, movimento, gesto e atto: 

Che cosa effettivamente facciamo in quanto embrione?

Il corpo come processo. Gesti di crescita come sviluppo del comportamento umano e dell’espressione. L’embrione come esistenza centripeta. Come l’anima forma un corpo. Il gesto prenatale di individuazione (individualizzazione) e sviluppo. Nella fase Prenatale abbiamo “due corpi ‘. La nascita come un processo di “emancipazione morente”.

Venerdì 21 Settembre
In principio Cielo e Terra. Il concepimento come polarità primordiale

Il Respiro della Vita, tra caos e cosmo, Yin e Yang con al centro la salute e il dialogo: Meden Agan. La morte ha due volti, la vita sta in mezzo. Trinità del corpo animale con il tronco come  ‘elevazione funzionale’. 

Il principio lemniscale, il simbolo dello stare “in mezzo”

La morfologia dinamica, dalla fecondazione al concepimento. Cellularità spermale ‘contro’ la cellularità ovulare.La biologia dell’incarnazione? Lo zigote come corpo umano indiviso. 

La prima settimana, dominio dello spazio. 

Organismo e integrità, differenziazione e organizzazione, come elementi essenziali della vita dell’embrione. Il corpo minerale, il tempo non è ancora lì. Annidamento, il dialogo primordiale della gravidanza.

Sabato 22 Settembre
Dal Cielo alla Terra - Individuazione e Individualità, la Tripartizione.

Dal “modo fisico di essere in vita” all’”uomo che germina e cresce nella seconda settimana. Il primo orientamento nello spazio: la polarità dorsale e ventrale come inconscio che entra rispetto alla coscienza che esce. Nella seconda settimana compare la dimensione temporale. L’uomo ancora non “c’è”, l’embrione come essere non individualizzato. Il processo di incarnazione del cuore: l’uomo sta per “arrivare qui”. 

Dopo la polarità craniale e caudale, destra e sinistra, le dinamiche dell’incarnazione: il corpo animale. 

La Fascia e il sangue come dimensioni di mediazione e interiorità. 

Individuazione & gemelli. La segmentazione ritmica del mezzo (centro) e metameria del corpo. Forma, Ritmo e Ciclo. 

Domenica 23 Settembre
Embriologia di libertà. L’uomo un equilibrio tra cielo e terra.

Dal crescere fuori al crescere dentro: ‘uomo-animale’. Dinamica dell’incarnazione e di realizzazione: de-laminazione e individualizzazione. Due corpi: Rispecchiare il macrocosmo nel microcosmo dell’organizzazione corporea. Gli arti, come principio organizzativo. Dispiegamento e “apertura” della posizione corporea (fetale). Polarità tra braccia e gambe, testa e estremità con al centro il tronco che sta per simbolo di libertà. Le braccia sono mediatori. Con la polarità cranio-caudale, la triplicità dell’embrione appare in tutte le dimensioni. 

La quarta fase con il dispiegarsi della postura eretta umana. La conservazione dell’asse corporeo eretto come caratteristiche della qualità umana atta a mantenere libertà ed equilibrio. 

L’uomo come “embrione adulto” e creatura “primogenita”. 

Il ritardare e la non-specializzazione come chiave caratteristica. L’uomo come mediatore. Embriologia della libertà.

 

 

17-18 Novembre 2018, c’è ancora l’opportunità di partecipare, facendo un tutorial di recupero del corso iniziato ad Ottobre,
"L’orientamento al sentire, l’embodiment dello spazio, i fulcri dell’operatore"
solo due posti disponibili

Corso di Formazione in Biodinamica Craniosacrale, Roma, Trastevere.

17-18 Novembre 2018
Quiete e movimento, le forze formative embrionali, le risorse.

15-16 Dicembre 2018
Fulcri naturali e inerzia, fluttuazioni e morfologie dinamiche dei fluidi, le linee mediane.

9-10 Febbraio 2019
Corpi A, B e C, principi olografici e quantici del contatto, fluidi e potenza.

9-10 Marzo 2019
Fisiologia del trauma nel corpo e risorse. Conoscere i propri limiti.

Orari degli incontri ore 9,30- 13,30 pausa 14,30 18,30

80 ore di contatto diretto.
30 ore di Formazione a Distanza con incontri di condivisone, intervisione e supervisione via web.
Tutorial diretti con i Docenti.
Bibliografia per lo studio.

Vai alla pagina completa del corso

 

 

“Le forze bio-morfologiche  embrionali dentro di noi”

Incarnare, incorporare e scoprire l’embrione che abbiamo dentro.
Come sentire, nel contatto biodinamico, le forze che creano la nostra forma.

Trieste, Aurisina 13-14-15 Aprile 2018  

Attraverso l’osservazione e lo studio della morfologia dinamica dello sviluppo embrionale, attraverso esperienze di movimento (embodiment) di embriologia esperienziale, nella relazione biodinamica, potremo esplorare percettivamente l’azione delle forze embrionali che agiscono nei fluidi e si manifestano nella Respirazione Primaria, come agenti della salute e dell’autoguarigione.

Orari:
Venerdì 13 Aprile ore 14,00 -18,00
Sabato 14 e Domenica 15 Aprile 9,30-13,00 pausa 14,30-18,00

Programma

Morfologie dinamiche della prima settimana dello sviluppo:
–  processo di attrazione pre concezionale, PAC
–  concepimento e polarità 
–  i processi di suddivisione e moltiplicazione la morula
– il corpo minerale e la dimensione del tempo

Morfologie dinamiche della seconda settimana dello sviluppo: 
– il corpo bidimensionale
– l’annidamento e l’incontro con la madre
– il corpo “fuori” e il corpo “dentro” 
– la gastrulazione e le linee mediane
– il corpo vegetale

Morfologie dinamiche della terza settimana dello sviluppo: 
– endo- meso ed ecto, le dimensioni dello spazio
– il sangue come primo organo
– crescita cranio-caudale 
– il corpo animale

Morfologie dinamiche della quarta settimana dello sviluppo: 
– formazione degli organi – cuore, fegato, intestini e reni
– sviluppo del SNC e suddivisioni dai ventricoli agli archi brachiali
– la forma umana 
– flessione ed estensione embrionali
– i sensi

Metodologia 

- Spiegazione della morfologia dinamica e delle forze in  azione

- Esperienze di movimento e di contatto connesse alle dinamiche dello sviluppo

- Ascolto dell’azione delle forze embrionali attraverso il contatto biodinamico. 

Referenze

Erich Blechschmidt, Johannes Rohen, Jaap van der Wal. 

a cura di 

Paolo Maderu Pincione
pratica, insegna e studia la bio-disciplina Craniosacrale e Biodinamica da oltre vent’anni. Fondatore del sito www.craniosacrale.it e dell’Associazione CranioSacrale Italia ACSI. Collabora e ha imparato dai maggiori docenti internazionali del campo:  Franklyn Sills, Michael Kern, Michael Shea, Ray Castellino, solo per citarne alcuni.

SCARICA IL DEPLIANT EmbryoTS-2018

VAI ALLA SCHEDA DI ISCRIZIONE

con Paolo Maderu Pincione.

Incontro gratuito via web, sul modello dei webinar che accompagneranno la formazione, per presentare e rispondere alle Vostre domande sull'inizio della Formazione Craniosacrale di Base del 21-22 Aprile a Roma e sull'incontro introduttivo che si terrà a Catania il 28-29 Aprile

Cosa è, come agisce e come si impara la BCS.

Bio = Vita. 

Dinamica = Movimento. 

Craniosacrale = Sistema Respiratorio Primario

La Biodinamica Craniosacrale è una tecnica manuale dolce e non invasiva, basata sull’ascolto. Il principio, di origine osteopatica, è che la Salute deriva dalla libera circolazione dei fluidi. La Biodinamica Craniosacrale si basa sull’esperienza diretta e sentita dell’azione delle forze embrionali, forze che hanno creato la nostra forma e che ancora agiscono nel corpo; la chiamiamo Respirazione Primaria. La Biodinamica Craniosacrale non cerca la malattia o il disagio ma la vitalità e il potenziale che sono sempre presenti. La formazione è basata sull’esperienza e sulla presenza consapevole (Mindfulness) dell’operatore, sulla percezione della natura biologica della Quiete come origine delle forze vitali e sullo sviluppo delle proprie capacità empatiche.

 

 

o vai qui

Iscriviti qui

L’ELEMENTO ACQUA – LA BIODINAMICA DEI FLUIDI

Convegno ACSI 2018

Data: 27/10/2018 - 28/10/2018
Ora: Tutto il giorno

Luogo
Auditorium Seraphicum
Via del Serafico, 1
00100 - Roma

Incontro con Gerald Pollack
autore di “The Fourth Phase of Water: Beyond Solid, Liquid and Vapor”

e con Remo Rostagno e Doris Plankl

Gerald Pollack
autore di “The Fourth Phase of Water: Beyond Solid, Liquid and Vapor”, sarà ospite di ACSI per un convegno dedicato alle nuove ricerche scientifiche sull’acqua.

Pollack ci parlerà della sua scoperta rivoluzionaria sul quarto stato dell’acqua, fondamentale per la salute e la funzionalità cellulare.

Con Remo Rostagno e Doris Plankl, danzatori e insegnanti di Biodinamica, faremo esperienza diretta del nostro corpo fluido attraverso il movimento e il contatto. Un’alternanza liquida tra teoria ed esperienza che apre a una comprensione profonda delle biodinamiche fluide in noi stessi e nel campo.

Scarica il volantino in formato pdf

il libro in Italiano "La Quarta Fase dell'Acqua - Oltre la forma liquida, solida e gassosa"

vai alla pagina del convegno ACSI

Biodinamiche Viscerali 1

febbraio 2 @ 9:30 - febbraio 3 @ 17:30

 

Seminario avanzato sulle Biodinamiche degli organi. Funzionalità, anatomia palpatoria, significato energetico, astrale e della medicina tradizionale.  
Riservato a chi ha già esperienza di contatto biodinamico craniosacrale e dopo un colloquio.


Bio-Dinamiche degli organi, il viscerale

Riconoscere l’origine embrionale, la qualità energetica, espressiva

la mobilità e la motilità degli organi, il metabolismo:

fegato, cistifellea, milza, pancreas, stomaco.

Il corso è tenuto da Paolo Maderu Pincione e Francesca Romana Nascè. 

Per informazioni :

Biodinamiche viscerali 2

marzo 2 @ 9:30marzo 3 @ 17:30

Seminario avanzato sulle Biodinamiche degli organi. Funzionalità, anatomia palpatoria, significato energetico, astrale e della medicina tradizionale.   

Riservato a chi ha già esperienza di contatto biodinamico craniosacrale e dopo un colloquio.

Bio-Dinamiche degli organi, il viscerale (2)

Riconoscere l’origine embrionale, la qualità energetica, espressiva

la mobilità e la motilità degli organi:

Polmone, intestino, reni, prostata.

Gonadi, l’origine della sessualità.

 
Per informazioni
 

11 Aprile 2019 Incontro via web con Paolo Maderu Pincione sulle relazioni della Biodinamica con la Filosofia e la Spiritualità.

per accedere e registrarsi
Vai qui https://maderu.clickmeeting.com/biodinamica-craniosacrale-filosofia-e-spiritualita

Per chi è interessato alla formazione in Biodinamica e ai temi proposti.

Iscriviti al seminario via web, puoi anche fare delle domande:

 

26 Aprile 2019 Incontro via web con Paolo Maderu Pincione sulle relazioni della Biodinamica con l'Embriologia, l'Embrione dentro di noi

Per chi è interessato alla formazione in Biodinamica e ai temi proposti. Clicca qui

per iscriversi al seminario via web, puoi anche fare delle domande:

 

Corso Base di Formazione in Biodinamica Craniosacrale, Roma, Trastevere.

 

 

 

12-13 Ottobre 2019 
“L’orientamento al sentire, l’embodiment dello spazio, tensegrità, i fulcri dell’operatore”

9-10 Novembre 2019
Quiete e movimento, le forze formative embrionali, le risorse.

14-15 Dicembre 2019
Fulcri naturali e inerzia, fluttuazioni e morfologie dinamiche dei fluidi, le linee mediane.

15-16 Febbraio 2020
Corpi A, B e C, principi olografici e quantici del contatto, fluidi e potenza.

28-29 Marzo 2020
Fisiologia del trauma nel corpo e risorse. Il corpo tensigrado Conoscere i propri limiti.

Orari degli incontri ore 9,30- 13,30 pausa 14,30 18,30

80 ore di contatto diretto.
30 ore di Formazione a Distanza con incontri di condivisone, intervisione e supervisione via web.
Tutorial diretti con i Docenti.

Bibliografia per lo studio.

Respirazione Primaria
Cell 348 2258312  – Cell  339 2714339

contatti o domande   

A tutti i partecipanti verrà offerto per lo studio il libro di Franklyn Sills “Le Basi della Biodinamica Craniosacrale”
e i volumi La relazione terapeutica con il cliente e Neonati Felici in Movimento

Contenuti e obbiettivi della formazione di base

Le capacità che questo modulo intende sviluppare per una pratica di base Biodinamica Craniosacrale, BCS, sono:

  • capacità di percepire dentro di sé e nell’altro il movimento dei fluidi nel corpo (Marea Media) e la Potenza della Respirazione Primaria (Marea Lunga).
  • capacità di regolazione dello Spazio, interno, esterno e nella relazione.
  • capacità di uso delle risorse e comprensione dell’azione delle forze traumatiche.
  • capacità di percepire in sé e nell’altro l’azione delle forze embrionali, dalla Linea Mediana alle Dinamiche Morfologiche di base.
  • capacità di sentire e inter-agire con Still-point e livelli della Quiete Dinamica, (CV4, EV4, CV3 e EV3).
  • riconoscere l’azione di guarigione delle forze intrinseche nell’organismo, attraverso i Fulcri Naturali e l’Inerzia.
  • riconoscere le fluttuazioni longitudinali e laterali e la loro specifica azione lungo meningi, fasce e neurocranio.

Vedi le capacità dell’Operatore in Biodinamica.

Le conoscenza dell’operatore BCS verranno acquisite con la lettura e lo studio dei testi fondamentali nel campo (vedi bibliografia essenziale) e l’uso esclusivo dello spazio riservato agli abbonati nel sito.

Le abilità di base son legate allo sviluppo della presenza e consapevolezza individuale e al suo “allenamento” quotidiano, oltre che a pratiche di intervisione e supervisione che la nostra associazione fornisce agli allievi.

Scheda di iscrizione CorsoBCS2019

Incontro di presentazione a Torino presso l'Istituo Itado, con Paolo Maderu Pincione.

Presentazione dei seminari avanzati in Biodinamica Viscerale che si terranno a Torino dal

22-23 Giugno 2019   Biodinamiche Viscerali I  Viscerale Torino-Locandina

Fegato Cistifellea, volontà. rabbia e rigenerazione

Anatomia palpatoria, i legamenti e le connessioni fasciali, la mobilità

Anatomia esperienziale dell’organo.

Funzioni fisiologiche ed energetiche secondo l’antroposofia e le medicine tradizionali.

Modello di sviluppo embrionale dell’organo.

Contatto biodinamico con la motilità del fegato, della cistifellea.

Contatto biodinamico con le dinamiche embrionali, la creazione della forma.

 

Presentazione:

La Scuola Triennale BCS si propone di formare il discente nella bio-disciplina "Biodinamica Craniosacrale”, che è tecnica di contatto e di relazione con il principio della Salute, attraverso le mani, la presenza, il cuore e il tempo. Nata dalle intuizioni dell’osteopata William Garner Sutherland e diventata puoi disciplina autonoma. Biodinamica è, letteralmente, BIO = VITA e DINAMICA = MOVIMENTO. Il principio vitale si manifesta attraverso dei movimenti ritmici (come la respirazione o il battito) ma anche da ritmi lenti chiamati “maree”. Queste sono l’espressione di una potenza profonda delle forze della Salute, che agisce nel sistema dei fluidi del corpo e che Sutherland chiamò il“Respiro della Vita”. La Biodinamica Craniosacrale si basa sul recupero dell'interezza dell’essere umano e sul suo potenziale (innato) di Salute e di Risorse.

Il modello didattico prevede lezioni teoriche ed esperienze pratiche di contatto e di lavoro sul corpo, attraverso l’uso di meditazioni (fra cui la Mindflulness), esperienze cinestetiche, di anatomia esperienziale, di movimento consapevole, ecc.  Sono previsti gruppi di tutoraggio per meglio orientare i discenti mentre sviluppano le loro capacità percettive manuali e di relazione con il/la cliente. All’interno del corso è prevista una formazione specifica sulle basi di Counseling, per entrare in contatto empatico con il/la cliente e comunicare in modo consapevole. Inoltre, vi saranno incontri di Floriterapia (E. Bach) e Reiki, affinchè l’operatore sia in possesso di altri strumenti importanti che lavorano in sinergia con le manovre di Craniosacrale. Infine, una parte molto importante viene dedicata al marketing etico, in cui vengono illustrate tecniche adeguate ed efficaci per entrare in modo incisivo nel mondo lavorativo.

Docenti:

Dott. Stefano Frediani:Medico chirurgo. Spec. in Odontostomatologia. EROP Diploma in Osteopathic Medicine. Formazione in Terapia Cranio Sacrale. Master universitario in Posturologia Clinica ed in Osteopatia Posturale. Docente in alcune scuole di osteopatia e in due Master Universitari.

Paolo Maderu Pincione:pratica, insegna e divulga intorno alla biodisciplina Craniosacrale e alla Biodinamica dal 1996. Responsabile dell’Istituto Terapie Cranio Sacrali ITCS (ora Respirazione Primaria, RP, asd), co-fondator dell’Associazione Craniosacrale Italia A.CS.I., responsabile del sito www.craniosacrale.it, curatore di numerose pubblicazioni e libri nel campo. Tiene corsi di formazione professionale e avanzata in biodinamica cranisacrale, consapevolezza corporea e anatomia e embriologia esperienziale.

Dott.ssa Susi Franchi:Massofisioterapista (Del. Reg. Toscana n°234 del 21.3.90) esperta in massaggio linfodrenante, massaggio olistico e riflessologia plantare. Laureata in Scienze dell’Educazione Sociale presso l'Università degli Studi di Firenze. Operatrice Olistica e Counselor Olistico in PNL. Master Reiki metodo Usui Shiki Ryoho, conduce gruppi di formazione da oltre quindici anni.

Dr. Gian Paolo Del Bianco:Counselor Individuale, di Coppia e di Gruppo, Mediatore Familiare, Naturopata. Ph.D in Psicologia Generale (USA); Master in Psicologia della Famiglia e in Scienze Criminologiche, si è perfezionato in Psicobiologia Emotivo-comportamentale Integrata con la Dott.ssa Erica Poli. È direttore didattico dei corsi dell’Università Popolare di Lucca, per la quale svolge l’attività di docente in vari corsi, tra i quali, il Triennale di Counseling ad indirizzo Simbolico Metaforico. È attualmente presidente di As.C.O.N. (Registro Nazionale per Counselor, Operatori Olistici e Naturopati).

Niccolò Ferrari:Naturopata/Operatore in Discipline Bio-naturali, Floriterapeuta, Pranoterapeuta, Guida di Gruppi di Meditazione e Bio-naturopata. Si è formato presso l’A.MI. University di Milano e l’Università Popolare di Lucca, Ente Formativo per il quale svolge l’attività di docente nel corso Triennale di Naturopatia e nel corso in tre livelli di Fiori di Bach.

Destinatari:

Il corso è aperto a professionisti che già operano nel campo della Salute e del Benessere (Fisioterapisti, Infermieri, Massofisioterapisti, Operatori Olistici, Naturopati, Floriterapeuti, ecc.) ed a tutti coloro che desiderano sviluppare una capacità percettiva e di relazione basata sul contatto, orientata oltre che alla crescita personale, a promuovere il Benessere, la vitalità e l’interezza nei confronti dei/le clienti.

Il programma segue i criteri indicati dall’Associazione Craniosacrale Italia (A.CS.I.) e del CTS, Comitato Tecnico Scientifico Discipline Bionaturali della Regione Lombardia. Dopo aver completato tutto il percorso, è possibile iscriversi al Registro Nazionale degli Operatori di Craniosacrale(R.O.i.C.S.) dell’Associazione Craniosacrale Italia A.CS.I., nonchè agli elenchi degli Operatori Olisticidell’Associazione di Categoria Professionale As.C.O.N.

Articolazioni del corso:

Ore totalidi formazione 700ore frontali: 350-400 (previste da ACSI e CTS).

Suddivise in 20 incontri di tre giorni venerdì dalle 16-20. Sabato dalle 9,30-18,30 e domenica dalle 9,30-18 (con pausa pranzo) per un totale di 400 ore di lezioni frontali, in un arco temporale di 20 mesi circa.

Webinar: ovvero Formazione a Distanza, su determinati temi e come supporto per la verifica della comprensione in uno spazio interattivo. (150 ore)

Studio individuale: 100 ore (su testi forniti e indicati). 50 ore di pratica documentata, 3 tutorial con i docenti e/o Assistenti-Tutor.

Piano di studi:

1° incontro15/16/17 novembre 2019

  • Breve storia della modello Cranio-Sacrale.
  • Il tocco: esperienziale; affettivo; relazionale.
  • Il Campo di relazione. La presenza dell'operatore.  Consapevolezza nella relazione operatore-cliente: negoziazione del contatto, accoglienza, supporto, tempo e spazio.
  • Embodiment.

 

2° incontro17/18/19 gennaio 20120

  • Il Movimento (mobilità e motilità) e la Quiete.
  • Le Risorse (dell'operatore e del cliente). Forze formative embrionali. 
  • Floriterapia: introduzione ai Fiori di Bach e Gruppo Paura.

 

3° incontro20/21/22 marzo 2020

  • IL MODELLO CRANIO-SACRALE: dal biomeccanico al biodinamico.
  • Il Modello Biomeccanico: la componente ossea, le suture, le membrane, i fluidi. Il Meccanismo Respiratorio Primario e l'Impulso Ritmico Cranico. Il modello di flesso-estensione e di Rotazione Interna e Rotazione Esterna.
  • Il Modello Biodinamico: i 3 Corpi e le 3 Zone. La Respirazione Primaria. I Fulcri. 
  • Floriterapia: Gruppi Incertezza e Disinteresse.

 

4° incontro17/18/19 aprile 2020

  • La Linea Mediana.
  • L'Ascolto tissutale: afferenza ed efferenza.
  • Embriologia.
  • Floriterapia: Gruppi Solitudine e Influenzabilità.

 

5° Incontro- 15/16/17 maggio 20120

  • Il Trauma: dal modello tissutale all'esperienza somatica di Levine.
  • Floriterapia: Gruppi Sconforto e Dominio.

 

6° Incontro19/20/21 giugno 2020

  • Rielaborazione ed integrazione degli argomenti del 1° anno.
  • Floriterapia: Simulate ed esercizi esperienziali.

Metodologia:

Il corso è organizzato in una parte teorico/pratica e una parte di apprendimento di tipo esperienziale in cui i corsisti avranno modo di “imparare facendo” e di mettere in pratica le competenze acquisite, attraverso le tecniche di role-playing e simulazione.

Materiale didattico:

Testi di Fisiologia ed Anatomia, articoli scientifici, video, dispense, musiche, bibliografie ecc.

Volantino Presentazione Craniosacrale Biodinamica    Programma-BCS-Lucca - PRIMO ANNO-1

 

3 Ottobre 2020 ore 10:00 - 4 Ottobre 2020 ore 18:00

 

Reni, la forza vitale e la paura
Respiro tra assimilazione ed escrezione 
Reni come elemento aria (Antroposofia)
Reni come movimento acqua (MTC)

 

Ogni organo è come uno strumento di una orchestra,
la biodinamica accorda il singolo strumento in funzione e in accordo con l’intera sinfonia dell’orchestra.

Dal programma. 

Anatomia palpatoria, i legamenti e le connessioni fasciali, la mobilità
Anatomia esperienziale dell’organo e della circolazione fluida
Funzioni fisiologiche ed energetiche secondo l’antroposofia e le medicine tradizionali.
Modello di sviluppo embrionale dei reni vescica
Contatto biodinamico con la motilità dei reni
Contatto biodinamico con le dinamiche embrionali, la creazione della forma.

Dal rene la forza di temperamento. Temperare è conciliare tra forse opposte.
Pronefroni, mesonefroni e metanefroni, costituiscono lo sviluppo embrionale dei reni che avviene nella regione del collo. poi migra in  verso le pelvi, poi risale nella regione definitiva. Questo è un gesto archetipico astrale. … Elemento aria (al contrario di quello che può sembrare). Neuron e Nephron (Neuroni e Nervi). Organi derivati dal  mesoderma sono all'esterno del peritoneo e vengono mossi  dal diaframma.internal-organs-back-view-18824086

Serie di due seminari avanzati in Biodinamica Craniosacrale, BCS. 
Riservato ai professionisti, praticanti e operatori con almeno 200 ore attestate di contatto in Biodinamica.

 

Nella bocca sappiamo cosa è il bene
e cosa è il male,
cosa è buono e cosa è cattivo.

 

Il gusto è il primo senso (dei 12) che ce lo dice,
prima ci separiamo attraverso il tatto, poi ci individuiamo, col senso della vita e
poi, attraverso la bocca che respiriamo, ci esprimiamo, succhiamo, deglutiamo e mastichiamo la vita
nella bocca si rappresenta il nostro equilibrio …

La mandibola è un quinto arto, masticare è camminare, afferrare,
attraverso l'ATM esprimiamo le emozioni e lo stato dell'animo.

Le funzioni della bocca sono: RESPIRAZIONE, SUZIONE, FONAZIONE, DEGLUTIZIONE, MASTICAZIONE.

Già culture come l’ebraico antico, il taoismo e la visione antropofosica di Rudolf Steiner, sostengono che il vissuto di una persona si ripercuote nella sua bocca e che la mascella, la parte superiore fissa nel cranio, porta nei denti il progetto dell’individuo ereditato dai genitori, da tutti gli antenati e per chi ci crede, addirittura da vite precedenti; mentre la mandibola, la parte inferiore, quella che si muove, già venendo al mondo e cominciando a masticare in realtà si impara a digerire la vita.

Nell’ Articolazione Temporo Mandibolare, si concentra il 70% delle terminazioni nervoso sensitivo e motorie; il 12% si concentra nelle braccia e mani, l’8% nei piedi e gambe e solo il 10% in tutto il resto del corpo.

Se paragoniamo il corpo e quindi i vari apparati e organi a un impianto elettrico, possiamo vedere i denti come i fusibili messi a protezione delle varie stanze di questo impianto.

Una volta si misurava la salute degli animali semplicemente guardandoli in bocca e la cosa non è per nulla diversa per gli esseri umani.

tratto da #Dentosofia e Dott.Luca Bastianello (Articolo pubblicato in Biocalenda )

Per informazioni e richieste di iscrizioni

due incontri che si possono frequentare anche separatamente

La mandibola e i mascellari,ATM
22-23
Febbraio 2020

La lingua e i muscoli della bocca, ATM
28-29
Marzo 2020

seminario della formazione in BCS aperto agli operatori in Biodinamica Craniosacrale 

dai temi dell'incontro 

  • Vascolarizzazione del cranio, anatomia esperienziale e palpatoria.
  • Pressione intracranica regolazione fisiologica dell'afflusso arterioso e del deflusso venoso.
  • Contatto con i ritmi vascolari, cuore discreto toracico e collo e lo sviluppo embrionale.
  • Contatto e trattamento con i forami giugulari nella relazione con il tutto.
  • Anatomia e fisiologia dei seni venosi, contatto e drenaggio.
  • I luoghi energetici del cranio: Inion, Lamba, Asterion, Pterion, Bregma, Glabella.

Chiedi un colloquio con i docenti Paolo Maderu Pincione o Francesca Romana Nascè per poter partecipare 

Viscerale Torino-Locandina

Ogni organo è come uno strumento di una orchestra,
la biodinamica accorda il singolo strumento in funzione e in accordo con l’intera sinfonia dell’orchestra.

Dal programma. 

Anatomia palpatoria, i legamenti e le connessioni fasciali, la mobilità
Anatomia esperienziale dell’organo e della circolazione arterio-venosa
Funzioni fisiologiche ed energetiche secondo l’antroposofia e le medicine tradizionali.
Modello di sviluppo embrionale tranchea e polmoni.
Contatto biodinamico con la motilità della trachea e dei polmoni
Contatto biodinamico con le dinamiche embrionali, la creazione della forma

 

 

 

 

 

 

 

Nel cuore sta la saldezza interiore.
La forza che muove il sangue sta nei sentimenti dell’anima. L’anima muove il sangue e il sangue mette in movimento il cuore. Rudolf Steiner
Il cuore è l’organo dell’io

Leggi anche http://www.craniosacrale.it/blog/le-connessioni-spirituali-fegato-polmone-rene-cuore/

 

leggi anche http://www.craniosacrale.it/blog/la-quiete-nel-cuore/
....Per cominciare a toccare la quiete semplicemente dobbiamo sentire il movimento del nostro cuore per prima cosa dentro il nostro corpo, permettendo che la nostra percezione si muova fuori dal nostro corpo nello spazio di quiete dinamica intorno a noi. Gradualmente nel tempo se fate pratica di questo, sentirete alla fine questo senso di quiete anche all’interno e intorno del cuore. Michael Shea

https://gph.is/1e7KI5W 

 

Trachea e polmoni,
tristezza, forma del pensiero, elemento terra

Viscerale Torino-Locandina

Ogni organo è come uno strumento di una orchestra,
la biodinamica accorda il singolo strumento in funzione e in accordo con l’intera sinfonia dell’orchestra.

Dal programma. 

Anatomia palpatoria, i legamenti e le connessioni fasciali, la mobilità
Anatomia esperienziale dell’organo e della circolazione arterio-venosa
Funzioni fisiologiche ed energetiche secondo l’antroposofia e le medicine tradizionali.
Modello di sviluppo embrionale tranchea e polmoni.
Contatto biodinamico con la motilità della trachea e dei polmoni
Contatto biodinamico con le dinamiche embrionali, la creazione della forma.

Il polmone è prima di tutto l'organo che ci mette in rapporto diretto col mondo esterno. Il polmone comincia a funzionare nel momento in cui diventiamo esseri terrestri, esso è un organo dell'incarnazione. Con la prima respirazione il corpo astrale si lega al complesso fisico-eterico, con l'ultima espirazione, alla morte, esso lo lascerà definitivamente. Il polmone è un organo "freddo" ( la temperatura si aggira sui 35,5°), caratteristica dell'elemento terra. Il polo freddo, il Sistema Nervoso, è legato strettamente al polmone, sia nell'embriogenesi che nel suo funzionamento che dipende dal SN molto più strettamente del cuore, cosa che ci permette di modificare volontariamente il nostro ritmo di respirazione. Il polmone sul piano psichico svolge il ruolo di realizzare il contatto affettivo con nostro ambiente, poiché il contatto sociale è una forma di respirazione. (da "Medicina Antroposofica" di Victor Bott)

Attraverso il polmone l'anima che vive nell'elemento aereo viene incorporata nel regno terreno. (...)
La quantità di aria che il polmone può raccogliere è denominata "capacità vitale". Essa cresce fino a metà della vita per poi cominciare a decrescere. In questo si esprime l'andamento dell'incarnazione dell'anima entro la corporeità durante il corso della vita: nella prima metà c'è una progressiva incarnazione, nella seconda una progressiva excarnazione.

connessioni spirituali

  • Nel Polmone il sangue da blu diventa rosso
  • Nel Fegato blu rimane blu
  • Nel Rene rosso rimane rosso
  • Nel cuore rosso contro blu

 

 

 

 

 


L'aria esterna viene a contatto con il sangue venoso (blu)  e scorre dietro le fini pareti dei capillari e lo trasforma in sangue arterioso (rosso) In ogni altro organo l'influsso del mondo esterno agisce in forma già trasformata dal resto dell'organismo. Il polmone si contrappone direttamente al mondo fisico esterno e mostra la sua affinità per l'elemento terra.  
Tratto da http://www.craniosacrale.it/blog/le-connessioni-spirituali-fegato-polmone-rene-cuore/

Gli intestini, secondo cervello, elaborazione del pensiero dell'istinto e delle emozioni

webinar BCS roma
Giovedì, 21 settembre · 18:00 – 19:00
Fuso orario: Europe/Rome
Informazioni per partecipare di Google Meet
Link alla videochiamata: https://meet.google.com/sch-tzfp-uhz

Incontro conoscitivo ed esperienziale 

Vi proponiamo un’esplorazione di come, attraverso la Biodinamica,  affrontare due temi di fondo:
SICUREZZA e VITALITA’
Sicurezza a livello globale vuol dire Controllo (dell’ambiente, confini, recinzioni, etc), ma dove si trova l’individuale senso di sicurezza, all’interno del nostro sentire ? La Salute si basa sulla sicurezza, come trovarla nelle sensazioni del corpo ?
Vitalità è la fondamentale risorsa che abbiamo. Come accrescerla e riconoscerla, attraverso la Biodinamica? La domanda  per valutare il proprio indice di Vitalità è la Soddisfazione, quanto sei soddisfatto della tua vita ?
Durante l’incontro, noi cercheremo di rispondere a queste domande.

Vai qui per vedere chi siamo e conoscere i corsi di 
Biodynamics Essentials & Experiences